LA PENA DI MORTE

 


In tanti anni di manifestazioni, ricerche, proteste, incontri e iniziative contro la pena di morte, abbiamo sempre saputo che il cammino verso la sua definitiva abolizione sarebbe stato inesorabile, anche se difficile.


 

Il primo passo di questo cammino è stato mosso proprio in Italia, nel 1786 quando il Granducato di Toscana decise di abolire questa pena crudele. Fu il primo stato al mondo. Da allora, molte cose sono cambiate.


Purtroppo, però, ancora oggi sono diversi gli stati che usano la pena di morte come strumento di repressione e discriminazione, violando i diritti umani. 

 

Nel 2021 l’Iran, per esempio, ha messo a morte almeno 314 persone, il più alto numero di esecuzioni dal 2017. In Arabia Saudita, lo scorso anno le esecuzioni sono state almeno 65 e quest'anno andrà persino peggio, dato che sono state uccise 81 persone in un solo giorno. 

 

Ogni anno, con il nostro rapporto rispondiamo a tutte le domande sull’uso della pena di morte nel mondo, con dati, statistiche, analisi delle tendenze nel mondo.


I segnali che confermano la tendenza globale verso l’abolizione della pena di morte si sono susseguiti durante tutto il 2021.

Infatti, per il secondo anno consecutivo il numero degli stati che hanno eseguito condanne a morte è risultato il più basso da quando Amnesty International ha iniziato a raccogliere i dati sulla pena capitale: 18, meno del dieci per cento del mondo. La Sierra Leone ha abolito la pena di morte e, negli Usa, lo stesso ha fatto lo stato della Virginia


ECCO IL NUOVO RAPPORTO SULLA PENA DI MORTE


Rapporto-sulla-pena-di-morte-nel-2021-Amnesty-International-ACT-50-5418-2022.pdf (d21zrvtkxtd6ae.cloudfront.net)



----------------------------------------------------------------------------------


IN EVIDENZA


“La Terra si era allontanata solo di poco, quando avevano sentito uno scoppio, un fragore orrendo che aveva scosso persino l'astronave. Quel loro Pianeta che girava da tempo immemorabile intorno al Sole era scoppiato come un'enorme bomba. Fuoco, magma e ammassi di materia disintegrata avevano immediatamente iniziato a precipitare verso un enorme Buco Nero. Tutto era finito in pochi minuti inghiottito là dentro e nessuno ne avrebbe mai più saputo niente.”Un virus misterioso che si propaga con un puzzo sgradevole ha sterminato la popolazione dell’Europa. Gli Umani hanno distrutto animali, piante, hanno inquinato e corrotto ogni cosa per avidità. Così, la Terra scoppierà e sarà inghiottita dal Buco Nero. Solo un piccolo numero di persone meritevoli verrà salvato e condotto dagli Dei Mahākāla e Vetali su un altro Pianeta grigio e fangoso.


LEGGI L'ESTRATTO:

L'ASTRONAVE DEGLI DEI eBook : RUSCA ZARGAR, RENATA: Amazon.it: Kindle Store


IN VENDITA SU AMAZON:

L'ASTRONAVE DEGLI DEI eBook : RUSCA ZARGAR, RENATA: Amazon.it: Kindle Store


Ebook euro 2,99

Cartaceo euro 4,50


Commenti

Post popolari in questo blog

CONCORSI LETTERARI caARTEiv 2022 Scadenza 30 giugno 2022

PESCA A CANNA FISSA PER TUTTI tra la Liguria e Capri In Appendice tipica pesca caprese delle occhiate di ENRICO DELLA ROCCA

APERIFITNESS IN PISCINA A SAVONA