Post

L'EVOLUZIONE E' SENZA TEMPO... di Paolo D'Arpini

Immagine
  Dopo aver toccato il fondo sentiamo il richiamo sostanziale della coscienza che – come da sua natura – si pone a emendare ciò che è disdicevole per la crescita del nostro carattere. La capacità evolutiva è la capacità di rialzarsi dopo ogni caduta; rappresenta anche ogni inversione di rotta, l’autocritica, la conoscenza di sé: si voltano le spalle alla confusione dell’esteriorità (l’apparire, la ricchezza, il consumismo,  ecc.) e si scorge il divino nel profondo dell’anima, ovvero l’Uno, o il Sé. La suddetta visione, nella fase che stiamo vivendo,  è ancora  in stato germinale ma possiede già un valore intrinseco rispetto agli oggetti esteriori: l’Uno è la nostra vera natura e troviamo l’identità con Esso nella forza evolutiva che si compie nell’esistenza. In questa epoca materialista viviamo in un mondo dove, nella penombra, il falso e l’artifizio hanno preso il posto del vero e del semplice. Questo il meccanismo dell’apparenza che prende il posto del naturale -dell’intrinseca verit

API

Immagine
  -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PUBBLICITA' RACCONTI Questa è la storia vera della mia vita.  Nel 1987 sono andata per la prima volta in India da sola. Per una serie di ragioni che spiego nella parte “Pagine del mio diario”, mi sono trovata, come detto, da sola, con una minima conoscenza di inglese (che non avevo studiato a scuola), immersa in luoghi, culture, tradizioni, usanze completamente diversi dai miei. In quel viaggio, però, ho incontrato Zahoor a Leh, nel Ladakh. È stato come trovare il sole quando sei ricoperto dal ghiaccio, anche se è sempre complicato gestire una relazione con persone di altre culture. In queste pagine, dunque, racconto qualche momento delle mie esperienze ma anche quello che ho visto, imparato, capito. Non so nulla dell’India che vedono i turisti dei villaggi vacanze, conosco l’India della gente di tutti i giorni. La via della luce  è un lungo

IL NEGROMANTE DI ROUEN di Ornella Fiorentini; recensione di Renata Rusca Zargar

Immagine
  IL NEGROMANTE DI ROUEN La vera vita di François Durant di Ornella Fiorentini Lupi editore Ho iniziato a leggere “Il negromante di Rouen La vera vita di François Durant ” pensandolo come un romanzo storico interessante non più di tanti altri, anche se pluripremiato in vari Concorsi letterari. Evidentemente, non potevo immaginare che si trattasse, invece, di qualcosa di straordinario. Intanto, nelle prime pagine, l’editore partecipa alla pubblicazione affermando subito di voler dare alla luce libri indimenticabili, quindi si prende addirittura uno spazio che inizia con “Un libro è in grado di cambiare il mondo”. Il romanzo diventa allora uno scritto prediletto e coccolato non solo da chi l’ha immaginato ma pure, fatto assai inusuale, da chi l’ha pubblicato. Infine, la lettura vera e propria. Sono rimasta letteralmente incatenata ai fogli e non ho saputo interromperli perché mi trovavo anch’io a Rouen e vivevo la vita quotidiana dei personaggi. Suspense, mistero, avvent

DOMENICA DI PENTECOSTE di Marina Zilio

Immagine
  Domenica di Pentecoste  Procedo Lentamente Nel Mio Sofferto Cammino In Un Mattino Di Passione. Le Mie Membra Stanche Accolgono  I Raggi Benefici Del Sole  E Le Brezze Provvide. I Miei Occhi Godono Le Bellezze del Creato. Sovrasto  Dal Ponte Il Torrente. Il Frastuono Dello Scorrere Impetuoso Delle Acque  Di Nevi  Or Ora discioltesi  Pervade Il Mio Animo  Assetato di Pace. Intenso È Il Desiderio  di Confondermi, Tramutata in Goccia, Fra Le  Acque  Fluenti  Per Raggiungere  Il Mare. Sosto Ora  Rapita Dall' Ammirazione Per i Rami  Di un Amareno Carichi di Frutti Che Ammiccano Invitanti. Noto  Poi  In Una Ampia  Pozzanghera Il Cielo E Le Piante Che Si Riflettono Lievi. Una Pianta di Rose Ricolma di Corolle Gialle, Prorompente Di Beltà, Emana Effluvi E  Ispira Sogni Onirici. Le Alte Erbe Ondeggianti  Nei Verdi Pascoli  Mi Attraggono. Vorrei Essere Ape Che Sugge il  Nettare E Vola Gioiosa Di Corolla in Corolla. Domenica Di Pentecoste. Io, Peregrina In un Mondo Sconvolto, Rivolgo  Una Pr

METEO

Immagine
GUARDA IL VIDEO: VEDI ANCHE: https://www.senzafine.info/2023/09/samina_20.html SEGUI  E CONTATTA SAMINA  per pubblicità, presentazioni, video, short Samina Zargar (@saminazargar11) • Foto e video di Instagram (55) #actress #attrice #set #milano - YouTube (55) Up and Down! By Samina - YouTube Up and Down! By Samina (@saminazargar) | TikTok (19) Samina Zargar | LinkedIn

LADY FISHING

Immagine
  VEDI ANCHE: https://www.senzafine.info/2024/05/piccoli-ma-grandi-pescatori-capri.html ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Testo che racconta la vera storia dell'Isola di Capri e dei Capresi con il loro legame indissolubile alla pesca, attività di sostentamento per millenni è divenuto elemento culturale ed è stato quasi cacciato via dal turismo massivo. Ormai molte tradizioni e costumi locali sono smarrite, terminando nel grande antro del dimenticatoio, per fortuna un numero ridotto di seguaci riesce con tanta fatica ad essere catena di collegamento tra passato e futuro. Qui a Capri si pratica una pesca unica, nata per necessità in tempi di raccolta, ora divenuta diletto e passione vera per chi ha la fortuna di conoscerla. La pesca del Totano da riva al colpo! E’ una fantastica passione per le emozioni dovute al connubio della pescata e gli scorci naturalistici di Capri, luoghi non accessibili a tutti. L

LA PARTE MIGLIORE - Teatro

Immagine
  Puoi raggiungerci all'indirizzo:  info@reginald-aui.com

COMPLEANNO di Marina Zilio

Immagine
Compleanno Stamane I Miei Occhi Stanchi Si Aprono  Smarriti e Increduli A Scrutare l' Orizzonte. Compio Settantasette Anni. Settantasette! Settantasette Primavere, Tante Quante I Natale, Capodanno, Primo Maggio e così via. La Moviola delle Memorie Scorre  In Successione gli Eventi. Papi, Presidenti, Primi Ministri. Il Primo Uomo sulla Luna. Guerre, Terremoti, Alluvioni. Epidemie. I Fatti Personali. Gioie e Dolori. Ambasce  Affanni, Soddisfazioni. I Sofferti Distacchi. Le Morti di Persone Care. Gli Affetti. Le Amicizie.  Le Passioni. I Principi. Gli Ideali. Una Vita Semplice La Mia. Sofferta ma Vissuta Intensamente In Amore per Il Prossimo E Probità. Pesa Il Pesante Fardello  Degli Anni. Pesa Una Società Priva di Valori. Pesa Un Mondo  Sconvolto Dalle Guerre. Pesa L' Incertezza del Domani. Procedo Incredula In Questo Mio Cammino Da Sempre In Solitaria Sorretta Dalla Fede E Dalla Speranza. Nella Provvidenza. Il Mio Animo Di Fanciulla " Il Fanciullino " Ricorda Estasiato

ESTATE

Immagine
  STUDI E CREAZIONI di  SIMONA TREVISANI INTERVISTA A SIMONA TREVISANI   (senzafine.info)   -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PUBBLICITA' RACCONTI Questa è la storia vera della mia vita.  Nel 1987 sono andata per la prima volta in India da sola. Per una serie di ragioni che spiego nella parte “Pagine del mio diario”, mi sono trovata, come detto, da sola, con una minima conoscenza di inglese (che non avevo studiato a scuola), immersa in luoghi, culture, tradizioni, usanze completamente diversi dai miei. In quel viaggio, però, ho incontrato Zahoor a Leh, nel Ladakh. È stato come trovare il sole quando sei ricoperto dal ghiaccio, anche se è sempre complicato gestire una relazione con persone di altre culture. In queste pagine, dunque, racconto qualche momento delle mie esperienze ma anche quello che ho visto, imparato, capito. Non so nulla dell’India che vedono i turisti dei vill