IL MUSEO UGO GUIDI dimora storica, sede di mostre ed eventi artistici tra il 20 maggio e il 18 giugno

 


25 Case della Memoria aprono le porte per la Giornata Adsi

Domenica 22 maggio visite anche nelle Case-museo di tutta Italia


Firenze, 13 maggio 2022 – Bellezze da scoprire. Tutto pronto nelle Case della Memoria per la XII edizione della Giornata Nazionale ADSI che si terrà domenica prossima. Grazie alla rinnovata collaborazione fra l’Associazione Nazionale Case della Memoria e l’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI), anche per quest’anno infatti le Case della Memoria parteciperanno alla Giornata Nazionale ADSI in programma domenica 22 maggio, durante la quale numerose case museo apriranno gratuitamente le porte. Sono 25 quest’anno le Case della memoria che aderiscono all’iniziativa, per un’immersione nella storia e nella cultura. La visita sarà possibile su prenotazione sul sito web di Adsi.


«È bello vedere che anche quest’anno sono numerose le Case della Memoria che aderiscono all’iniziativa dell’Associazione Dimore Storiche Italiane – commenta Adriano Rigoli, presidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria -. Un’iniziativa che arriva a poco più di un mese dalle Giornate Nazionali delle Case dei Personaggi illustri e che rappresenta un ulteriore importante veicolo di promozione per le nostre case museo».


«La collaborazione con Adsi prosegue con l’obbiettivo di diffondere fra il pubblico la bellezza racchiusa nei luoghi che fanno parte della nostra rete nazionale – aggiunge Marco Capaccioli vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria -. Iniziative come questa le dobbiamo anche ai visitatori, da parte dei quali emerge una grande richiesta ed un grande desiderio di visitare i nostri luoghi come segnale di una nuova ripartenza e di rinnovata socialità all’insegna della cultura».


Ecco le realtà dell’Associazione Nazionale Case della Memoria che hanno aderito. Per la Toscana, apriranno le porte la Casa Museo dell'Antiquariato Ivan Bruschi di Arezzo, la Casa Natale di Michelangelo Buonarroti a Caprese Michelangelo (Arezzo), Museo della Badia di Vaiano-Casa Agnolo Firenzuola, Casa Quinto Martini a Carmignano (Prato), il Museo Casa Busoni a Empoli e il Castello Sonnino di Montespertoli (Firenze). E poi Casa Carducci a Santa Maria a Monte (Pisa), Casa Giacomo Puccini a Lucca, Casa Giovanni Pascoli a Barga (Lucca), Casa Ugo Guidi a Forte dei Marmi (Lucca), Casa Carducci a Castagneto Carducci (Livorno).

E ancora in Emilia Romagna: Casa Pellegrino Artusi di Forlimpopoli (FC), l’Atelier Tullio Vietri di Bologna, la Casa Studio Giulio Turci di Santarcangelo di Romagna (Rimini). Ma anche il Museo Casa Bendandi - Osservatorio Sismologico di Faenza (Ravenna), la Casa dell’Upupa - Studio Ilario Fioravanti a Sorrivoli di Roncofreddo (FC), Casa Secondo Casadei a Savignano sul Rubicone (FC), Casa Natale Giovanni Pascoli a San Mauro Pascoli (FC), Casa Mario Bertozzi a Forlimpopoli (FC), Casa Museo don Giovanni Verità a Modigliana (FC), Villa Silvia Carducci – Museo Musicalia a Cesena (FC).

E poi, in Veneto la Casa Natale Giuseppe Sarto – Pio X a Riese Pio X (Treviso) e la Casa di Cultura Goffredo Parise a Ponte di Piave (Treviso), e nelle Marche la Casa Museo Gaspare Spontini a Maiolati Spontini (Ancona). Infine, la Casa Museo del Beato Giuseppe Puglisi a Palermo per la Sicilia.


Associazione Nazionale Case della Memoria

L’Associazione Nazionale Case della Memoria mette in rete 90 case museo in 13 regioni italiane (Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna) che hanno deciso di lavorare insieme a progetti comuni e per promuovere questa forma museale in maniera più incisiva anche in Italia. Abitazioni legate a tanti personaggi della cultura italiana: Giotto, Giovanni Boccaccio, Francesco Datini, Leonardo da Vinci, Niccolò Machiavelli, Francesco Cavassa e Emanuele Tapparelli d’Azeglio, Agnolo Firenzuola, Pontormo, Benvenuto Cellini, Filippo Sassetti, Lorenzo Bartolini, Silvio Pellico, John Keats e Percy Bysshe Shelley, Francesco Guerrazzi, Giuseppe Verdi, Elizabeth Barrett e Robert Browning, Pellegrino Artusi, Corrado Arezzo de Spucches e Gaetan Combes de Lestrade, Giosuè Carducci, Sidney Sonnino, Giovanni Pascoli, Giacomo Puccini, Ferruccio Busoni, Maria Montessori, Enrico Caruso, Giorgio e Isa de Chirico, Antonio Gramsci, Raffaele Bendandi, Piero Bargellini, Enzo Ferrari, Primo Conti, Leonetto Tintori e Elena Berruti, Indro Montanelli, Italo Zetti, Ivan Bruschi, Ilario Fioravanti, Goffredo Parise, Barbara Marini Clarelli e Francesco Santi, Loris Jacopo Bononi, Giorgio Morandi, Sigfrido Bartolini, Venturino Venturi, Luciano Pavarotti, Robert Hawthorn Kitson con Frank William Brangwyn e Daphne Phelps, Elémire Zolla, Toti Scialoja e Gabriella Drudi, Gabriele D’Annunzio (il Vittoriale degli Italiani), Papa Clemente XII, Giacinto Scelsi, Giulio Turci, Filadelfo e Nera Simi, Secondo Casadei, Carlo Levi, Domenico Aiello e Michele Tedesco, Marino Moretti, Augusto e Anna Maria Radicati, Mauro Giuliani, Carlo Mattioli, Michelangelo Buonarroti, Sofia ed Emanuele Cacherano di Bricherasio, Michele De Napoli, Aurelio Saffi, Antonio Boschi e Marieda Di Stefano, Francesco Messina, Giuseppe Garibaldi, Francesco Baracca, Giovanni Verità, Ugo Tognazzi, Salvatore Quasimodo, Cosimo Della Ducata, Tullio Vietri, Galileo Galilei, Giovanni Michelucci, Rosario Livatino, Tonino Guerra, Giuseppe Puglisi, Giuseppe Berto, Vittorio Mazzucconi, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Papa Pio X e con il Cimitero di Porta a Pinti (cosiddetto Cimitero degli Inglesi), il Cimitero degli Allori a Firenze e la Casa della Memoria di Milano.

L’Associazione Nazionale Case della Memoria è in Italia l’unica rete museale di case museo di personaggi illustri a livello nazionale, partecipa alla Conferenza Permanente delle Associazioni Museali Italiane di ICOM Italia ed è “istituzione cooperante" del Programma UNESCO "Memory of the World" (sottocomitato Educazione e Ricerca). Info: www.casedellamemoria.it


1 Presentazione del libro Artisti 2022

 

All’interno della cornice del museo Ugo Guidi a Forte dei Marmi venerdì 20 maggio alle ore 17.30 verrà presentato il volume Artisti 2022 a cura di Silvia Landi.

 



Una raccolta che racchiude le opere e le descrizioni di 99 artisti contemporanei attualmente in attività e presenti sul territorio nazionale. Artisti che hanno un curriculum artistico ed un mercato in continua evoluzione e che grazie a questa raccolta, curata nei minimi dettagli da Silvia Landi, riescono a migliorare la propria diffusione artistica.

Silvia Landi ogni anno dedica a degli artisti un volume, arrivato con Artisti 2022 alla sua 26esima edizione, dove, attraverso delle interviste e delle visite all’interno degli studi, la stessa Landi descrive e presenta il lavoro di ogni artista. Un lavoro al quale Silvia Landi si dedica tutto l’anno cercando di trovare le peculiarità e le varie estrosità all’interno presenti in ogni personaggio descritto nel libro. Nasce così Artisti 2022, un volume di 400 pagine che racchiude la storia e i lavori di 99 artisti, che operano sul territorio nazionale, rivolgendosi al pubblico dei galleristi degli esperti d’arte e dei critici per ampliare la visione su questo grandissimo mondo che è l’arte contemporanea. 

 

Lodovico Gierut, critico d’arte e giornalista, nell’occasione della presentazione del 20 maggio illustrerà una sua interpretazione sull’arte contemporanea e farà un excursus sul museo Ugo Guidi, ritenuto dallo stesso Gierut “il punto di riferimento per la cultura italiana proiettata a livello internazionale”. Non mancheranno curiosità ad approfondimenti sui personaggi che hanno vissuto e lavorato a Forte dei Marmi dandogli lustro a livello artistico.

Il museo Ugo Guidi si trova in via Matteo Civitali 33 ed è una casa museo, ovvero un museo sorto all’interno della casa dove abitava ed operava il maestro Ugo Guidi. Appena varcata la soglia si accede da una scalinata al piano superiore dove, aperta la porta si respira già un’aria familiare. All’interno delle tre sale si possono trovare sculture e dipinti di Ugo Guidi, immergendoci in un mondo fatto di totem, cavalli, figure femminili, tavolozze e colori. Uscendo dalla casa troviamo un ampio giardino dove Vittorio Guidi, il direttore del museo, accoglie gli ospiti e coordina le presentazioni delle mostre e dei libri.

In questo contesto verrà presentato il libro Artisti 2022 con l’aggiunta di una performance a cura di un’artista presente nel volume, Lucia Longo. All’interno della presentazione ci saranno degli attimi di condivisione di pensieri ed interazioni con gli artisti intervenuti e presenti nel volume. 

 

La presentazione sarà coordinata da Giacomo Mozzi e vedrà gli interventi del critico d’arte Lodovico Gierut e del direttore del museo Ugo Guidi, Vittorio Guidi.   

 

2  Sabato 21 maggio alle ore 17 presso il Museo Ugo Guidi 2 di Massa avverrà l'inaugurazione ufficiale del nuovo spazio espositivo con la mostra del Maestro Rodolfo Ceccotti di Firenze. 

Essendo su invito si prega di inviare nome e cognome per aderire a:  direzione@museougoguidi2.it o whatsapp 393 2816003.

 


Lo storico Bar Ercole, poi Ernesto di Vittoria Apuana, angolo via Civitali via Mazzini, è stato nel secondo novecento luogo di incontro di artisti e letterati, oggi Pizzeria Il Timone ha dedicato al MUG una nuova pizza. Un invito per andare a gustarla…..

 

3  ADSI Associazione Dimore Storiche Italiane

 

Il 22 maggio per la Giornata Nazionale ADSI la casa museo di Ugo Guidi sarà aperta al pubblico gratuitamente dalle ore 18 alle 19:30.

Nell’occasione sarà possibile vedere anche la mostra INCONTEMPORANEA 2022 ospitata negli spazi del Museo.

Gli artisti presenti sono: Roberto Bellucci da Napoli, Augusto Arrotta da Messina, Fulvio De Sanctis da Ostia Antica, Maurizio Ganzaroli da Ferrara, Pietro Serra da Nurachi (Sardegna), Mattia Morelli da Roma, Stefano Mazzolini da Parma, Idilio Galeotti da Modigliana (Forlì), Mariano Tomasi da Altopiano della Vigolana (Trento), Paolo Giacomello da Verbania, Lorenzo Bocca da Soresina (Cremona), Fabiana Toffano da Venezia, Boris Gatto da Treviso, Sandra Ghedi da Lonato del Garda (Brescia).


La mostra INCONTEMPORANEA 2022 nasce da un’idea di Silvia Landi, curatrice dei libri - cataloghi di tutti gli artisti. La curatela al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi, via Matteo Civitali 33, è di Vittorio Guidi e Giacomo Mozzi. La critica è a cura di Lodovico Gierut.

 

 

L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 26 maggio 2022 su appuntamento al telefono 348-3020538 o  museougoguidi@gmail.com.

 

La Casa Museo Ugo Guidi è inserita nei Luoghi della Cultura del MiBAC, è stata aperta dal FAI, è nelle guide TCI e Lonely Planet. Il MUG è stato inserito da Google a livello planetario nel The Guide-Tab.Travel. Progetti in corso di Wikimedia (Wikipedia) e Ministero Beni Culturali- MIC.


MUSEO UGO GUIDI - MUG
Via M. Civitali 33
Forte dei Marmi
tel. 348-3020538
museougoguidi@gmail.com  www.ugoguidi.it



IN EVIDENZA

 


L'eutanasia è un soggetto che interroga le coscienze. Nel racconto "La pianta secca", che dà il titolo alla raccolta, una madre deve affrontare la tragedia di un figlio che è diventato come una pianta secca.
Le altre storie sono altrettanto coinvolgenti: tracciano sentimenti profondamente umani di perdita, del padre, della madre e, persino, la drammatica esistenza di un barbone ributtante.
Alle volte, conoscere le emozioni attraverso vicende altrui ispirate alla realtà aiuta a dare consapevolezza anche alla nostra vita.

LA PIANTA SECCA: e altri racconti : Rusca Zargar, Renata: Amazon.it: Libri

LEGGI L'ESTRATTO:

https://www.amazon.it/PIANTA-SECCA-altri-racconti/dp/B09DF23J8G?asin=B09DDHGMRF&revisionId=fc1da24f&format=1&depth=1


Commenti

Post popolari in questo blog

LA BELLA MAESTRA DI TAPIS SI ALLENA

WATER POSTURAL TRAINING

LA STRAORDINARIA SCOPERTA DELL'ACQUA