Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta ecologia

BIOREGIONALISMO E ATTUAZIONE DELL'ECOLOGIA PROFONDA di Paolo D'Arpini

Immagine
Come favorire lo sviluppo delle opportunità di lavoro creativo, in sintonia con l’ecologia profonda ed il bioregionalismo, in chiave ambientale, socio-antropologica e di economia solidale? La prima proposta che vi sottopongo è quella "cruda".. Contro la fame e i cambiamenti climatici, un decalogo bioregionale, per tornare alla campagna e all'artigianato rurale, approfittando della crisi industriale. Le responsabilità primarie della fame e dei cambiamenti climatici sono dovute all’agricoltura e la zootecnia industriale-commerciale “globalizzata”, che oggi producono “troppo cibo per poter mangiare tutti”, mentre, nel contempo, consumano le risorse naturali ed economiche dei popoli, inquinando la biosfera con prodotti chimici di sintesi che si accumulano nelle catene alimentari. Sembra assurdo ma è proprio così. Oggi al mondo alleviamo circa 45 miliardi di animali, corrispondenti ad almeno 10 miliardi di Bovini equivalenti, che consumano più di un SUV… Questi animali mangian

NON MI HANNO ACCETTATA A PARTECIPARE ALLA CAMMINATA PER MAREVIVO

Immagine
  Un paio di giorni fa, mi è arrivata questa mail: Domani e dopodomani fai una corsa o una camminata per il mare: un gesto che fa bene bene sia a te che all’ambiente!   Ciao RENATA, che tu sia un amante della corsa o delle passeggiate in solitaria , ti chiediamo di unire la tua passione ad una causa importante:  la tutela del mare . Sabato 23 e domenica 24 gennaio potrai partecipare gratuitamente alla Virtual Charity Challenge, una maratona di 5 o 10 chilometri in qualsiasi posto ti trovi . Per ogni partecipante Runcard donerà la somma di 1 euro ad alcune organizzazioni  charity partner , fra le quali Marevivo.   Come funziona?

RISORSA ACQUA... CONTINUA SUBDOLAMENTE IL PROCESSO DI ALIENAZIONE DEL LIQUIDO VITALE di Paolo D'Arpini

Immagine
  Ricordate? "La cercano sulla Luna, la cercano su Marte, la cercano su Venere e dove ce n'è tanta e buona la inquinano e la rendono inutilizzabile.." Così scrivevo alcuni anni fa in un articolo in cui denunciavo i modi disastrosi in cui viene gestita la risorsa vitale "Acqua".. che pur non aumentando né decrescendo, sin da quando il pianeta è abitabile ed ospita la vita, viene ridotta sempre più nella sua forma utilizzabile...  ovvero l'acqua non manca quel che manca è l'acqua potabile.  Ed è con questo meccanismo diabolico che le multinazionali si preparano a sfruttare l'oro blu, l'elemento di cui nessun essere umano e vivente può fare a meno... Ed anche in Italia, malgrado il referendum, in modi striscianti la privatizzazione procede,  in forma di nuove licenze minerarie per acqua minerale, in forma di aumento delle tariffe dell'acqua pubblica, in forma di sfruttamento sconsiderato delle falde e delle sorgenti, in forma di inquinament

SALVIAMO I GIOVANI ABETI DAL BUSINESS NATALIZIO di Paolo D'Arpini

Immagine
  Riproponiamo  la nostra annuale campagna per il salvataggio di innocenti alberi. Non tagliamo abeti per le ricorrenze natalizie ed invece rechiamoci in campagna muniti di ghiande, come fece l’uomo che piantava gli alberi di Jean Jono, e come atto simbolico, ma denso di concretezza, espressione della volontà di riscatto e vita, ripiantiamo le ghiande germoglianti delle tante specie autoctone di Querce!  Un bastone a punta, un buco nella terra densa di pioggia, promessa di vita, e la ghianda con il suo germoglio affidata alla terra, nel suo ventre, e ricoperta di protettiva terra, perché avvenga il miracolo millenario della Rinascita. Così i cittadini riaffermano il possesso millenario comunitario di una terra intera, culla di civiltà e salubre generoso habitat d’uomini dagli albori della preistoria. Il “natale” corrisponde in verità alla ripresa della crescita luminosa che subentra con il solstizio invernale, celebrato in tutto il mondo antico come simbolo del risorgere della vita, pe