Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2019

POESIA di ANASTASIA: SGUARDI

SGUARDI Sguardi confusi  Mani tremanti   Battiti del cuore  incontrollabili  La mia mente  fragile  Giace inerme  In quella stanza  I sensi  Offuscano  Il morale a terra  La voglia di parlarti  È incontrollabile  E come un fiore Aspetto in silenzio  Che arrivi  L’alba  Per sbocciare  In tutti i colori Anastasia

NATURE IS URGENT mostra dal 27 aprile

Immagine
N ATURE    is   U RGENT a cura di Marilena Vita e Carlo Felice VIGLIENASEI ART GALLERY Opening 27 Aprile dalle ore 18.30 alle 21.00   Dal 28   aprile al 25 maggio 2019 Sabato 27 Aprile dalle 18.00 alle 21.00 la Viglienasei Art Gallery ha il piacere di ospitare la mostra NATURE IS URGENT. «Vogliamo vivere o speriamo solo di sopravvivere!?» (Buby Durini, 12 Febbraio 1995) «Ogni uomo è un artista e l’uomo e la natura sono una cosa sola» affermava Joseph Beuys, il quale aveva intuito l’urgenza di ristabilire un forte rapporto tra uomo e natura, tramite un legame stretto con l’Arte Contemporanea.  La mostra “Nature is Urgent” vuole mettere in evidenza il grido della natura, che da un lato si lamenta delle ferite provocate dall’uomo ma dall’altro ci mostra il suo seno materno ancora in grado di nutrirci. Ogni giorno accadono fenomeni di distruzione dell’ambiente di portata globale, i cambiamenti climatici, l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo. Il bisogno di parl

Recensione di UN'ALTRA STRADA, Matteo Renzi, Marsilio editori, a cura di Renata Rusca Zargar

Immagine
UN’ALTRA STRADA Matteo Renzi, Marsilio, 2019, pagg. 238, euro 16,00 “Nella vita ho sbagliato più di 9000 tiri, ho perso quasi trecento partite, ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.” (Michael Jordan) Il libro di Matteo Renzi, che sta suscitando uno straordinario interesse ovunque, in piccoli paesi e grandi città, comincia con questa citazione. Il titolo evocante, “Un’altra strada”, inoltre, fa immaginare a tanti che la profezia sia che egli prenderà un’altra direzione, cioè, quella di un altro partito. Per il momento, però, egli racconta la sua storia di Governo con la nettezza caratteriale che gli ha conquistato, prima, e alienato, poi, tante simpatie. Racconta i retroscena, la doppiezza, l'inganno, l’ingratitudine, di parecchi compagni di percorso, che persino noi abbiamo avuto modo di osservare, anche   in questi ultimi tempi. Mi viene in mente Mac

L'EDUCAZIONE ALLA MORTE, GIORNATA DI STUDIO PRESSO L'UNIVERSITÀ DI PADOVA di Renata Rusca Zargar

Immagine
https://formaitalia.it/wp-content/uploads/2019/03/Programma-4-Aprile-1.pdf Registrazione del pubblico. “Non molto tempo fa, in compagnia di un amico silenzioso e di un poeta già famoso nonostante la sua giovane età, feci una passeggiata in una contrada estiva in piena fioritura. Il poeta ammirava la bellezza della natura intorno a noi ma non ne traeva gioia. Lo turbava il pensiero che tutta quella bellezza era destinata a perire, che col sopraggiungere dell’inverno sarebbe scomparsa: come del resto ogni bellezza umana, come tutto ciò che di bello e nobile gli uomini hanno creato e potranno creare. Tutto ciò che egli avrebbe altrimenti amato e ammirato gli sembrava svilito dalla caducità cui era destinato.” Così scriveva Freud, nel 1915, per argomentare sul senso della fine di tutto quanto conosciamo. Perché, invece, è proprio la fugacità che rende rari noi stessi e quello che amiamo: la limitazione di un bene ne aumenta il suo valore. Introducendo questi concetti, la dott.