QUARANTENA di Daniele Maraviglia


QUARANTENA


La flebile voce della Morte,

si fa dinanzi

sempre più chiara.

Come fosse una lotteria,

rapisce spietata l’ignaro

respiro solitario.

Cintata la libertà,

orgogliosa resiste

alla paura.

Avanza il coraggio

nel silenzio più profondo,

circondato dall’affanno

d’una quiete inquieta.

Con ardor

occhi guardinghi

combattono la stupidità

ignorante il dolore,

guidati da un Sole

lontano.

Cieca la speranza

volge lo sguardo

nell’oscurità,

bramante una luce

famelica d’ombra.

Un gelido alito di vento

sibila tra le ferite

d’una terra tenace,

reduce all’incessante tremar;

tremar somigliante al palpitar

del cuore,

quando la paura d’aver tutto

eguaglia il dubbio d’aver niente.

Daniele Maraviglia

BIOGRAFIA

Maraviglia Daniele nasce a Camerino, un piccolo paese marchigiano nella provincia di Macerata, il 26 giugno del 1990. Egli svolge tutto il percorso scolastico presso le strutture presenti a Camerino, diplomandosi infine a diciotto anni come geometra. All’età di tredici anni vince il primo premio, della sezione poesia per i giovani, del concorso internazionale di poesia e narrativa “Ugo Betti”.

Successivamente partecipa al concorso “Solaris” con una raccolta di venticinque poesie, riuscendo ad ottenere un contratto biennale con la casa editrice “Edizioni Montag”, che ha poi pubblicato le opere nella silloge “Parole smarrite in un mare di pensieri”.

Il giovane, collaborando con l’associazione “Poesiaèrivoluzione”, riesce a pubblicare altre due opere nelle raccolte “La strada” e “La follia”.

Successivamente avrà il piacere di pubblicare la sua seconda raccolta di poesie “Tratto d'una vita” , in collaborazione nuovamente con la casa editrice “Edizioni Montag”.

Appoggiando il mensile “Il foglio volante”, avente come direttore il noto Amerigo Iannacone, linguista eccelso e uno dei pochi esperti di esperanto in Italia e potremmo dire anche in Europa; inserisce alcune opere nei diversi numeri pubblicati.

Lavorando in coppia, insieme al prof. Gobbi Paolo, realizzerà una raccolta di poesie a cui lo stesso professore dedicherà un’opera artistica; l’elaborato finale verrà esposto poi alla mostra della sesta edizione di “Libri di versi”, rinomato evento che si svolge annualmente.

Partecipando a diversi concorsi indetti dall'A.S.A.S. (Associazione Siciliana Arte e Scienza), ne diventerà poi socio ordinario, restandovi tuttora.

VEDI ANCHE:

https://www.senzafine.info/2021/02/autunno-camerino-di-daniele-maraviglia.html

Commenti

Post popolari in questo blog

L'INCUBO di Samina Zargar

SONO STATA INTERVISTATA DA ROBERTO GUERRA

AFORISMI AL CIOCCOLATO del Poeta Luca Vincenzo Simbari