ACCENNI di Marina Zilio


Accenni


Primi

Accenni

di Fioritura.


Primi

Timidi 

Respiri

di Primavera.


Violette

Bianche

Raggruppate

Vicino

al Muro,


Riunite

e Trepidanti

in Stretta

Vicinanza


per Difendersi

dai Persistenti


Rigori

Invernali.


Primule

Prorompenti

di Giallo


in Gruppetti


in un Breve

Tratto

di Radura


Ben Riparato


ai Piedi  dell' Albero

Spoglio.


Fra Morti

e Dolori

Incombenti


Offrono 

Brandelli

di Speranza.


Sì. Io Credo.

PRIMAVERA TORNERÀ!

VEDI ANCHE:
In questo blog sono state pubblicate molte altre poesie di Marina, oltre a quelle disponibili ai link qui sopra. Se vuoi leggere altre poesie, clicca sulla lente in alto, vicino alla denominazione del blog (Senzafine). La lente si sposterà a sinistra e verrà scritto "Cerca nel blog". Allora, potrai scrivere Marina Zilio e cliccare su "Cerca".  Appariranno sotto i suoi post.
_____________________________________________________________________________________


LEGGI L'ESTRATTO:

Commenti

Post popolari in questo blog

L'INCUBO di Samina Zargar

SONO STATA INTERVISTATA DA ROBERTO GUERRA

AFORISMI AL CIOCCOLATO del Poeta Luca Vincenzo Simbari