NEVE DI MARZO di Marina Zilio


 Neve di Marzo


Stille

di Ghiaccio


Lentamente

Scendono


Dal Cielo

Plumbeo.


Si Posano

con Grazia


Sul Paesaggio.



Imbiancano

le Campagne


ed i Colli.


Rabbrividiscono

Immantinente


Erbe,

Fiori

e Germogli.



Ritornano

i Rigori

Invernali


A Memoria


di Cotale

Sofferto

Vivere.


Rabbrividiscono


le Mie Membra

Stanche


di Così

Efferati

Orrori.


Odo

gli  Uccelletti,


Intrepidi,


Cinguettare.


Sì. Io Credo.

PRIMAVERA TORNERÀ!



VEDI ANCHE:

In questo blog sono state pubblicate molte altre poesie di Marina, oltre a quelle disponibili ai link qui sopra. Se vuoi leggere altre poesie, clicca sulla lente in alto, vicino alla denominazione del blog (Senzafine). La lente si sposterà a sinistra e verrà scritto "Cerca nel blog". Allora, potrai scrivere Marina Zilio e cliccare su "Cerca".  Appariranno sotto i suoi post.

____________________________________________________________________________________

LEGGI L'ESTRATTO:

Commenti

Post popolari in questo blog

L'INCUBO di Samina Zargar

SONO STATA INTERVISTATA DA ROBERTO GUERRA

AFORISMI AL CIOCCOLATO del Poeta Luca Vincenzo Simbari