LA STORIA RACCONTATA AI PICCOLI di Maddalena Fanigliulo, recensione


LA STORIA RACCONTATA AI PICCOLI

Maddalena Fanigliulo, Romolo Edigio', 2020, pagg. 92, euro 12,00

Ogni insegnante e ogni genitore consapevole crede che la grande storia debba essere insegnata fin dall'infanzia. Soprattutto, sappiamo che bisogna far conoscere precocemente tante orribili tragedie perché non abbiano a ripetersi, anche se, naturalmente, lo sarebbero non nelle stesse forme e modi.

Il problema è sempre stato come introdurle.

Ad esempio, per comunicare un dramma come l'Olocausto non è facile trovare le parole giuste, il punto esatto in cui si riesca a impressionare i bambini in modo che non dimentichino e possano, poi, in futuro, approfondire senza, però, terrorizzarli e traumatizzarli.

L'autrice, che è mamma e insegnante, ha trovato, secondo me, il punto giusto.

Attraverso la fiaba e personaggi noti a tutti come Pinocchio, è entrata nella cameretta di Giulia. Là, una figura adagiata tra due volumi, Sofia, racconta la sua storia: deportata nel campo di sterminio ancora bambina come tanti altri piccoli, a Terezin, Auschwitz, o altrove, con indosso il pigiama a righe. Diversi personaggi di fiaba partecipano al racconto, mentre Pinocchio si addolora per quanto successo. "Apprendendo dell'Olocausto, il burattino aveva riscoperto malvagità e odio; un tempo migliore avrebbe restituito dignità a tante esistenze violate. Esse gli avevano narrato atroci sofferenze; ora divenute stelle sospese al filo della vita, avrebbero illuminato un nuovo cammino. "

È un testo che fa comprendere senza incutere terrore, mentre emergono emozioni e valori per un mondo migliore. Un testo che stimola ognuno di noi, grandi e piccoli, a incarnare ideali di rispetto, uguaglianza e diritti per tutti.

Io stessa l'ho usato in una video conversazione con alcune classi delle Elementari in occasione del Giorno della Memoria e ne ho letto alcuni brani.

Nell'appendice, infine, c'è la riduzione per rappresentazione teatrale della storia. Gli insegnanti potranno far recitare i bambini che, da spettatori passivi, diventeranno partecipanti attivi, in modo da non dimenticare mai più.

Renata Rusca Zargar

___________________________________________________________________________________

Commenti

Post popolari in questo blog

TALEBANI BRAVE PERSONE di Renata Rusca Zargar

CERCASI ASSOCIAZIONI O ENTI PER ORGANIZZARE IL CAPODANNO CINESE A GENOVA

PONTIFEX, DYLAN ON THE GREAT WALL di Acquaraggia