DALLA QUARANTENA UN NUOVO TRIO MUSICALE CON LA FORZA DELLA RINASCITA

 

MELTY GROOVE

 


Succede che nel bel mezzo di una pandemia mondiale, nascano inaspettatamente nuovi progetti musicali. E’ il caso dei Melty Groove, un giovane trio torinese nato nel 2020 dall’incontro tra Alice Costa, cantante blues/gospel, con Edoardo Luparello, batterista turnista. I due decidono di avviare una nuova formazione in stile “power trio” aggiungendo alla band il tastierista Carlo Peluso, musicista eclettico di origini salentine trasferitosi a Torino.

Da questa collaborazione nasce un progetto musicale in stile Pop-Funk che ben presto riceve attenzioni dal pubblico piemontese. Il trio riarrangia delle cover stravolgendone quasi totalmente lo stile originale, “ridipingendo” i grandi classici pop-rock in una chiave completamente nuova.

Le ispirazioni del gruppo provengono da oltreoceano. Scary Pockets, Vulfpeck per citare alcune band di riferimento moderne. Ritmi funk che strizzano l’occhio alla Los Angeles di Michael Jackson, al groove di Stevie Wonder, al prog anni ‘70, al gospel di Aretha Franklin sino ad arrivare al pop di Adele.

Durante la quarantena la band ha pubblicato la cover di “Wonderful Tonight” di Eric Clapton, in una versione inedita con un synth in primo piano al posto del celebre tema di chitarra. Poi è stato il turno di Adele, con la sua “Rolling in the deep”, rivista in stile neo-soul.

Il 9 Ottobre è uscito il brano “Superstition”, correlato di videoclip, nel quale la band conferma la propria attitudine al riarrangiamento di classici famosi. Il celebre brano di Stevie Wonder viene spogliato dall’anima funk e immerso in atmosfere etniche ed esotiche che richiamano le sonorità di “Africa” dei Toto. Il ritornello punk e il lungo assolo di sintetizzatore floyidiano confermano ulteriormente le abilità compositive della band.

L’introduzione è invece affidata ad un interessante tanto curioso inserto vocale del poeta Giuseppe Ungaretti, tratto dal film documentario “Comizi d’amore” del 1965, diretto da Pier Paolo Pasolini sulle abitudini e i pregiudizi degli italiani, durante gli anni del boom economico.

Il brano, disponibile su tutte le piattaforme digitali, sarà il primo di una serie di cover che saranno contenute nel primo EP della band, che vedrà la luce nel 2022.

E’ ancora in salita la strada musicale dei Melty Groove, ma la band torinese è già apprezzata dalla critica locale. Il trio ha già varcato i confini nazionali esibendosi più volte in Svizzera, dove torneranno a fine ottobre di quest’anno.

E’ possibile seguire il loro tour nei locali e nei club sulla pagina facebook e sul profilo instagram.

Su youtube il video:

https://www.youtube.com/watch?v=T3tiDCfZlUY


BIOGRAFIA BREVE

I Melty Groove nascono nel 2020 da un’idea di Edoardo Luparello, batterista e insegnante jazz affermato nel panorama torinese. Dall’incontro tra Edoardo ed Alice Costa, bassista e cantante blues/gospel è nato il primo nucleo della band, completata poi con l’inserimento del tastierista Carlo Peluso, musicista di origine salentine trasferitosi a Torino gia attivo in ambito  progressive rock e fusion.

I Melty Groove cominciano il loro percorso artistico nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia, realizzando dei riarrangiamenti di diversi brani celebri come Rolling in the deep di Adele, Wonderful Tonight di Eric Clapton. Apprezzati soprattutto per i loro spettacoli live, sempre energici e coinvolgenti, i Melty Groove hanno suonato in tutto il Piemonte e svariate volte in Svizzera. Il loro stile mette le radici nel rifacimento di grandi classici Soul e Funk rivestendoli con sonorità moderne ed aggiungendo una buona dose di improvvisazione jazz.

Nel 2021 esce il loro primo videoclip, una cover di Superstition di Stevie Wonder completamente riarrangiata.


CENNI PERSONALI:


ALICE COSTA

cantante e bassista appassionata di blues e gospel. Collaborazioni: Alberto Marsico, Dario Lombardo, The Blues Gang, Larry Ray (North Carolina), e Ginger Brew (Ghana) già corista di Paolo Conte, Delores Scott (da Chicago), Hein Mayer, Liz Mandeville (da Chicago). Ha collaborato nei musical “10 to Broadway” e “Starts”. Dal 2015 è parte attiva del direttivo artistico del blues festival internazionale Blues Channel Festival.

CARLO PELUSO

tastierista prog e fusion, musicista con attivo un progetto solista di cui qui delle informazioni in merito: Carlo Peluso ci racconta Kaleidocity, il nuovo disco | INTERVISTA

EDOARDO LUPARELLO

insegnante di batteria presso Nichelino (To) e turnista, ha collaborato e partecipato a seminari di musica jazz e contemporanea con Antonio sanchez, Tony Arco, Andrea Allione, Marco Vaggi, Giuseppe Di Masi e Giancarlo Schiaffini.


CREDITS DI SUPERSTITION:

Edoardo Luparello - Drums

Alice Costa - Voice, bass

Carlo Peluso - Keyboards

Giulia Ramazzina, camera operator

Alice Costa, video editing

Simone Ferrero, producer at Ciabot Music Production

Paolo Perotti, drums recording at Audionauta

Giovanni Versari, mastering

Glimmer Management 

Recorded in June 2021 at DamJam, Torino

all music rights are reserved to Stevie Wonder.

Audio samples taken from "Comizi d'amore" (Pasolini, 1965) are reserved to the authors.

 

CONTATTI DELLA BAND

https://meltygroove.it

https://www.facebook.com/meltygrooveband/

https://www.instagram.com/meltygroove/


IN EVIDENZA




ISCRIVITI AL CANALE UP AND DOWN di SAMINA

https://www.youtube.com/channel/UCFxg3YJ6fsdNRgyMizrDo4g

per seguire gli ALTI E BASSI DELLA VITA

Commenti

Post popolari in questo blog

SI INSINUA NEL VIDEO CHE IO MI FACCIA RUBARE LA BORSETTA!!!!

CHE TE NE FAI DI UN'ALTRA FEMMINA? storie di donne per combattere la violenza

FINALMENTE SONO QUI di Renata Rusca Zargar