PAPÀ di Marina Zilio

 


"Papà"


"Papà"


Parola

Sacra


Mai

Pronunciata.


da Me

Ancora

Infante.


Troppo

Presto


Morte


Ti Ha Colto.


Solo

Lui,


l' Onnipotente,


l' Onnisciente,


Conosce

l' Arcano

Disegno


di un Così

Efferato

Destino.



Puro 

tra i Puri,


Ultimo

tra gli Ultimi,


Vittima 

Sacrificale,

tra le Vittime,


Mi Hai Donato

la Vita.


Grazie

dal Profondo

del Mio Cuore


" Papà".


Da Lassù,


fra Gli Angeli

e I Santi,


con Mamma

e Parenti

Tutti


Veglia 

su di Me.


Presto

Sarò 

con Voi


nel Roseto


per l' Eternità.


Gli Uccelletti

Annunciano


il Far

del Giorno


con Incantevoli

Melodie.


Sì. Io Credo.

PRIMAVERA TORNERÀ!

VEDI ANCHE:

In questo blog sono state pubblicate molte altre poesie di Marina, oltre a quelle disponibili ai link qui sopra. Se vuoi leggere altre poesie, clicca sulla lente in alto, vicino alla denominazione del blog (Senzafine). La lente si sposterà a sinistra e verrà scritto "Cerca nel blog". Allora, potrai scrivere Marina Zilio e cliccare su "Cerca".  Appariranno sotto i suoi post.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
LEGGI L'ESTRATTO:

Commenti

Post popolari in questo blog

TALEBANI BRAVE PERSONE di Renata Rusca Zargar

CERCASI ASSOCIAZIONI O ENTI PER ORGANIZZARE IL CAPODANNO CINESE A GENOVA

PONTIFEX, DYLAN ON THE GREAT WALL di Acquaraggia