CANTO A DUE VOCI di Tommaso Mondelli e Danila Oppio; recensione di Renata Rusca Zargar


CANTO A DUE VOCI

Tommaso Mondelli, Danila Oppio; LargoLibro, 2015, pagg. 142, euro 10,00

 

Recentemente ho compreso quanto la Poesia sia un miracolo che ci viene in aiuto quando vogliamo aprire agli altri il nostro cuore zeppo di emozioni.

Un miracolo divino che si fa musica e immagini, dove il Pensiero vola alto verso l’immensità del Cielo…

In questo libro, però, non c’è solo il valore della Poesia ma anche quello dell’Amicizia, dell’empatia concettuale, del voler costruire qualcosa insieme, con un altro Essere Umano.

Se Danila descrive le poesie come “Delicati intrecci / Come canestri / Di giunchi / Anime perdute / In distanze siderali”, Tommaso spiega, nella sua introduzione, che l’uomo si distingue dagli altri animali per la parola, che poi è diventata scritta.

Possono, allora, le parole-poesia di due persone diverse vivere insieme nello stesso libro?

 In questo Canto a due voci, come scrive Danila Oppio nella sua postfazione, “le poesie di Tommaso sono vere e proprie satire politiche e sociali. […] I miei versi sono influenzati da stati d’animo prettamente femminili, e da situazioni esterne che mi possono aver reso triste o allegra.”  

Due anime, dunque, che esprimono soggetti differenti attraverso le loro intonazioni personali.

Tommaso osserva l’esistenza e la traduce in ritmo, Danila si fa anfora tonda a custodire sentimenti e dolori del mondo.

Li unisce, però, indissolubilmente, oltre alla Poesia, l’amore per la Vita e per il Pianeta.

Tommaso ora non c’è più: è stato un uomo di grande qualità e ha pubblicato vari libri, tra cui due molto interessanti per i giovani: “Lontani ricordi di un Segretario Comunale” e “Settimane bianche e crociere a costo zero”.

Danila, eclettica artista, pittrice, scrittrice, cura, tra l’altro, due blog molto apprezzati: Versi in Volo (VERSI IN VOLO) e il Paradiso non può attendere (Il Paradiso non può attendere (ilparadisononpuoattendere.blogspot.com)), dove potrete trovare molti altri suoi lavori e liriche.

 

Renata Rusca Zargar

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


LEGGI L'ESTRATTO:

UN BUCO NERO NEL CUORE eBook: RUSCA ZARGAR, RENATA: Amazon.it: Kindle Store

Commenti

  1. Grazie carissima Renata per la tua splendida recensione ad una silloge poetica a me molto cara. La copertina è dipinta da me, una coppia di pappagalli che dovrebbero rappresentare due personaggi che desideravano cantare le bellezze dell'anima e della scrittura. Tommaso è deceduto un anno fa, nel giorno del suo 101mo compleanno. Ma il suo ricordo resta nei suoi libri che hai accennato, e in molti altri, sia autobiografici (cito il suo ultimo: IL CERCHIO MAGICO. In questo testo appare chiaro che si riferiva al cerchio della vita, e della sua che presagiva fosse giunta alla fine. E ha scritto numerose sillogi poetiche, considerate un po' una prosecuzione del modo di poetare di Trilussa. Il suo ricordo resta in questi suoi componimenti e scrittura in prosa. La mia gioia è stata quella di fungere da editing per quasi tutte le sue opere, di studiare le copertine, alcune illustrate da me, e di illustrare qualche pagina dei suoi libri, con miei disegni. Grazie ancora per aver dato spazio a questa nostra opera.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA PUTTANA di Zahoor Ahmad Zargar

L'INCUBO di Samina Zargar

UNA STUDENTESSA DI MEDICINA DEL KASHMIR DIPINGE SU FOGLIE PER SCONFIGGERE LO STRESS DA COVID-19 da GlobalVoices