I SOCIAL MEDIA

 Con una schiacciante maggioranza, il Parlamento europeo ha approvato il regolamento più ambizioso mai scritto finora per porre fine alla tossicità dei social media.


Siamo ancora sotto shock. 

Ci siamo scontrati con le aziende più potenti del mondo. Ma abbiamo avuto la meglio.

Grazie a migliaia di donazioni, una valanga di messaggi, proposte portate ai politici chiave e una serie di indagini che hanno portato alla luce i danni causati dalle grandi piattaforme social, la comunità di Avaaz questa settimana ha contribuito a fare la storia, insieme ad altri fantastici gruppi con cui abbiamo lottato fianco a fianco e a politici coraggiosi che hanno deciso di ascoltarci.

Non è ancora finita, ma se l’Europa resiste nei prossimi negoziati, questa Legge sui servizi digitali (DSA) potrebbe essere la prima ondata di uno tsunami di leggi innovative a livello globale che difendono le persone davanti alle piattaforme e i loro profitti. Ogni volta che Facebook, Youtube o TikTok metteranno in pericolo le nostre società, permettendo alla disinformazione tossica di diventare virale, o diffondendo contenuti dannosi ai bambini o abusando dei nostri dati personali, le nostre democrazie potranno chiedergli conto.

🎉 Festeggia e unisciti a noi retweettando qui o condividendo su Facebook!


Le piattaforme social hanno innovato profondamente le nostre società. Ma per troppo tempo il loro unico obiettivo è stato massimizzare il loro profitto, anche a costo di radicalizzare le nostre società, delegittimare la scienza o aumentare la depressione adolescenziale.

Ora, grazie a questo regolamento, che alcuni già chiamano la nuova costituzione per Internet, possiamo chiedere un futuro in cui le tecnologie abbracciano valori condivisi e proteggono i diritti umani fondamentali, invece di sfruttare le nostre debolezze.

Inoltre, nonostante la sfiducia verso la politica, questo regolamento mostra il meglio dell'Europa. Nel testo del regolamento votato sono rispecchiate la quasi totalità delle richieste di cittadini, esperti e organizzazioni della società civile. Tra i punti principali:

  • Disintossicare l'algoritmo: le piattaforme si devono assumere la responsabilità dei danni che causano alle nostre società, come la diffusione virale della disinformazione pericolosa
  • Forti sanzioni: multe fino al 6% del loro profitto globale se non rettificano i loro sistemi, (avete capito bene, parliamo di miliardi di dollari!)
  • Aprire la scatola nera: consentire a revisori indipendenti, ricercatori e società civile di esaminare le loro azioni e scoprire gli illeciti
  • Eliminare le pubblicità traccianti: vietare l'utilizzo di dati dei bambini e delle nostre convinzioni politiche o il nostro orientamento sessuale per indirizzarci con annunci pubblicitari.

🎉 Festeggia e unisciti a noi retweettando qui o condividendo su Facebook!

Da oltre quattro anni Avaaz è in prima linea per costringere le piattaforme social a prendere provvedimenti per i danni che creano. Dall'EU, agli Stati Uniti, al Brasile, abbiamo segnalato la disinformazione e la sua portatacommissionando sondaggi sui suoi effetti dannosi, valutando gli sforzi delle piattaforme per affrontarli e rilevando i loro fallimenti. Niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza i membri di Avaaz. È stato un grande sforzo condiviso. Ma ha dato i suoi frutti e ora stiamo facendo la storia.

Con grande emozione e determinazione,

Luca, Sarah, Christoph, Joana, Nadia, Andy, Rosie, Luana, Camille, Barbara, Sam e tutto il team di Avaaz

Avaaz è un movimento globale con oltre 69 milioni di membri, che promuove campagne far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa "voce" in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team vive in 18 paesi e 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, e seguici su Facebook Twitter o Instagram.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

IN EVIDENZA


LEGGI L'ARTICOLO:

L'ARTE TERAPIA: Trasformare il dolore per eliminarlo - PSICHE.ORG

Commenti

Post popolari in questo blog

SALVIAMO IL MONDO!

FESTA DI EID AL FITR A SAVONA

CITTÀ AL TEMPO DEL CORONA VIRUS (video)