INCONTEMPORANEA 2022 Mostra al Museo Ugo Guidi dal 7 maggio al 26 maggio

 



169a Mostra

 

 

“Museo Ugo Guidi”

e

"Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"

 

 

 

presentano la mostra 

 

 

 INCONTEMPORANEA 2022

 

 

Presentazione di Lodovico Gierut

 


 

 

Museo Ugo Guidi 7 maggio ore 17 – FORTE DEI MARMI

 

8 - 26 maggio 2022

 

 

Il Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei Marmi realizza il 169mo evento d'arte presentando l'esposizione INCONTEMPORANEA 2022.

La mostra a cura di Vittorio Guidi e Giacomo Mozzi, con presentazione critica di Lodovico Gierut, sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi sabato 7 maggio 2022 alle ore 17.

INCONTEMPORANEA 2022 è un format pensato come una presentazione di più cataloghi ed opere, esposte in una mostra, in contemporanea. Un gioco di parole che vuole riunire artisti contemporanei provenienti da molte parti d’Italia che hanno visto i loro cataloghi pubblicati e curati da Silvia Landi e, attraverso una mostra, presentati al pubblico nello stesso momento dell’esposizione al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi.

 

Dopo il successo di questo format a settembre 2021 ritorna al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi INCONTEMPORANEA, targata 2022, con numerosi artisti, libri ed opere da poter ammirare all’interno della casa museo.

Silvia Landi ha curato i libri biografici che raccontano la storia degli artisti in mostra; ognuno con le sue opere e le sue emozioni, il suo stile. Questa è una vera e propria ricerca da parte dell’autrice che si concretizza all’interno di tutti i volumi.
Ogni artista ha la sua storia, il suo stile ed un suo modo di lavorare ed affrontare l’arte; artisti che allo stesso tempo, in diversi luoghi, lavorano, immaginano e creano in questo enorme contenitore artistico che è l’arte contemporanea.

La mostra INCONTEMPORANEA 2022 che si inaugurerà sabato 7 maggio dalle ore 17.00 al museo Ugo Guidi è un esperimento sull’arte: una presentazione degli artisti a cura del critico e giornalista Lodovico Gierut, con critica delle opere esposte unita alla presentazione dei libri, per far conoscere al pubblico, nel rispetto delle norme anti covid vigenti, in maniera più approfondita, i creatori delle opere che potranno ammirare esposte nella mostra. Un connubio artistico tra un maestro del passato come Ugo Guidi e gli artisti contemporanei presenti.

Tutto questo e molto altro è INCONTEMPORANEA 2022, perché si sa, quando si parla di arte e soprattutto di arte contemporanea e di creatività non si sa mai cosa si potrebbe creare. 

 

Gli artisti presenti sono: Roberto Bellucci da Napoli, Augusto Arrotta da Messina, Fulvio De Sanctis da Ostia Antica, Maurizio Ganzaroli da Ferrara, Pietro Serra da Nurachi (Sardegna), Mattia Morelli da Roma, Stefano Mazzolini da Parma, Idilio Galeotti da Modigliana (Forlì), Mariano Tomasi da Altopiano della Vigolana (Trento), Paolo Giacomello da Verbania, Lorenzo Bocca da Soresina (Cremona), Fabiana Toffano da Venezia, Boris Gatto da Treviso, Sandra Ghedi da Lonato del Garda (Brescia).


La mostra INCONTEMPORANEA 2022 nasce da un’idea di Silvia Landi, curatrice dei libri - cataloghi di tutti gli artisti. La curatela al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi, via Matteo Civitali 33, è di Vittorio Guidi e Giacomo Mozzi.

La critica è a cura di Lodovico Gierut.

 

 

L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 26 maggio 2022 su appuntamento al telefono 348-3020538 o  museougoguidi@gmail.com.

 

La Casa Museo Ugo Guidi è inserita nei Luoghi della Cultura del MiBAC, è stata aperta dal FAI, è nelle guide TCI e Lonely Planet. Il MUG è stato inserito da Google a livello planetario nel The Guide-Tab.Travel. Progetti in corso di Wikimedia (Wikipedia) e Ministero Beni Culturali- MIC.


Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus Signa.

Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, di ICOM International Council  Of  MuseumsRegione ToscanaToscana MuseiToscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, EdumuseiProvincia di LuccaProvincia di Massa – Carrara, Sistema Museale della Provincia di  Lucca.


Breve descrizione degli artisti di INCONTEMPORANEA 2022


AUGUSTO ARROTTA

Augusto Arrotta è nato a Messina e vive ad Altolia in provincia di Messina. L’arte di Arrotta è figurativa e riflessiva in quanto le persone, attraverso le emozioni che trasmettono i suoi quadri, rivedono loro stesse. Arrotta vive per dare emozioni attraverso la pittura, qualsiasi tipo di emozione, sia questa di felicità, che di tristezza, che un assordante silenzio. L’artista ritiene che nella sua vita ci sia stata un’elaborazione del proprio percorso e avverte che è chiamato a dare di più considerando l’arte come una chiamata. Al centro delle tele di Arrotta troviamo soggetti ritratti con sfondi fantasiosi e naturali a ricordare l’importanza e la centralità del genere umano.


BORIS GATTO


Boris Gatto è nato e vive a Treviso. Gatto tende a fagocitare ogni creatività ed è incuriosito da ciò che l’arte contemporanea presenta sul mercato. Le opere di Gatto sono cariche di emozioni che narrano attimi condivisi con il pubblico. Tendenzialmente non ama esporre in mostre e manifestazioni perché si sente a suo agio solo quando dipinge. Tuttavia partecipa attivamente a concorsi d’arte e adora l’atmosfera che si crea nella condivisione delle varie esperienze con artisti partecipanti. Negli ultimi anni ha intensificato la produzione artistica e i notevoli riscontri nella critica lo stimolano a proseguire nel mondo dell’arte. L’artista esegue la scomposizione con l’idea di dare al fruitore una possibilità di vedere e leggere le opere in modo diverso perché viviamo in una società dove tutto è interpretabile quindi avverte la necessità di trasporre questo metodo di analisi anche nell’arte.


FABIANA TOFFANO


Fabiana Toffano è nata e vive a Venezia.

Le opere di Fabiana Toffano portano a riflettere sul suo particolare stile pittorico e raccontano la gamma di sfumature con le quali si esprime confermandosi nel mercato dell’arte contemporanea.

Effervescente ed elegante la pittura di Toffano si distingue per la leggiadria nelle sue tele che appagano l’occhio dell’osservatore in un fenomeno della natura che s’impossessa della sua energia dovuta all’espressione istintiva e improvvisa che la pervade nella realizzazione. Nei quadri di Toffano traspare come sia la sua anima la ragione della sua pittura, un’arte che la trascina inconsapevolmente verso un discreto numero di collezionisti che da anni la seguono negli eventi dove partecipa attivamente.


MAURIZIO GANZAROLI


Maurizio Ganzaroli è nato e vive a Ferrara dove pratica pittura, scultura, poesia e video - arte.

Ganzaroli è un’intellettuale fine e una persona gradevole, molto disponibile verso chiunque, dimostrando ogni giorno il suo valore.

Un personaggio per definizione poliedrico dalle molteplici sfaccettature per adattarsi al mondo artistico contemporaneo con innovazione e straordinaria creatività.

L’esigenza di comunicare di Ganzaroli è evidente nelle sue opere; lui non si limita ad una semplice realizzazione di un’opera d’arte ma la colloca nel vissuto quotidiano di ognuno attraverso la realtà autentica della comunicazione. La comunicazione in questi anni si ha attraverso un mezzo tra le mani di tutti, il cellulare. Il grande merito di Ganzaroli è stato quello di capire che questo mezzo poteva essere usato per fare arte. Negli anni 90, iniziavano a circolare i suoi lavori in rete, era tra i primi ad aver creato opere al cellulare ancor prima di David Blair o di Muntadas. Ganzaroli è la dimostrazione che l’intelligenza artificiale non può sostituire la mano dell’uomo; abbandonando, per queste opere, il pennello e la tela comunque trasmettono la sua inconfondibile creatività nella realizzazione di opere uniche. Ganzaroli ha opere d’arte in continua crescita nei valori di mercato.


MARIANO TOMASI


Mariano Tomasi nasce a Trento nel 1957 e vive ad Altopiano della Vigolana, dove ha uno studio d’arte. Uno stile inconfondibile quello di Tomasi, unico nel delineare singolari particolari spaziando nei colori e nei materiali e nelle forme espressive. Tomasi afferma: “L’arte è la mia vita senza arte non si può vivere”. Tomasi ha un’esperienza creativa che gli ha permesso di creare nel tempo opere diverse ed una consapevolezza attuale di poter concretizzare nell’immediato l’opera che desidera realizzare. L’ obiettivo principale nelle opere di Mariano Tomasi è accompagnare l’individuo verso una riflessione di sé stessi e di sé stesso. Il dono nell’arte di Tomasi è di realizzare opere con tecniche da lui coniate in una singolare unicità espositiva nei concetti contenuti.


STEFANO MAZZOLINI


Stefano Mazzolini vive a Parma.

Mazzolini è per definizione un’artista contemporaneo dei giorni nostri, anche se distante dalla socialità che il mercato internazionale detta per convenzione, schivo a ciò che è convenzionale tuttavia lo ritroviamo ben inserito nell’elenco dei maggiori artisti internazionali. Mazzolini è un artista che fa della tridimensionalità un messaggio, insieme al messaggio dettato dalle sue sculture. Non trascura la dimensione per rendere contemporanee le opere d’arte realizzate e afferma: “Nell’arte moderna possiamo costatare tutto ciò che nell’antico si era nascosto. Nell’arte vi è ancora quella dimensione in cui vedo la verità che spesso non trovo nella mia realtà”. Mazzolini è un artista a trecentosessanta gradi e si esprime utilizzando infiniti concetti per raccontare e far apprezzare a chi lo supporta la sua visione dell’arte. Non si risparmia nell’essere in conflitto con chi approda a una disciplina seria e professionale come l’arte in modo non appropriato.


SANDRA GHEDI


Sandra Ghedi in arte Ghedi Alex è nata a Villa Carcina e vive a Lonato del Garda in provincia di Brescia.

Le sue opere di arte figurativa nascono lente, meditate, studiate a fondo. Non ama, e non ha mai amato, ritrarre le modelle dal vivo. Preferisce lavorare in solitudine dettando lei i tempi e cercando di perfezionare lo studio ed i dettagli delle sue figure.

Ghedi lavora e ha lavorato prevalentemente sulle figure femminili ma ritrae anche bambini e animali: cani, gatti e cavalli. Realizza anche ritratti o allegorie per esprimere emozioni come la nostalgia, la malinconia, il disagio. Ma nelle sue opere preferisce disegnare la bellezza per superare il disagio, dipingere l’allegria per sublimare la sofferenza, evocare la gioia per dimenticare la tristezza. Per Ghedi ogni quadro terminato è lo sprone per una nuova avventura alla ricerca del quadro successivo, l’artista le chiama “le mie visioni”.


FULVIO DE SANCTIS

Fulvio de Sanctis è nato a Roma e vive a Ostia Antica.

A 14 anni fonda una band, dando il via al suo grande amore per la musica. Nel 1989 parte per Londra dove virà un anno. Nel 1998 esce il suo primo album solista intitolato “tempi moderni”. Nel 2002 un secondo album “over”, che gli darà la possibilità di aprire uno studio di registrazione.

Nel 2018 è autore di “Anime di Gomma” un romanzo ambientato negli anni 80.

Negli anni perfeziona la sua particolare creatività nella fotografia e inizia a esporre.


ROBERTO BELLUCCI


Roberto Bellucci è nato a Roma e all’età di 5 anni si è trasferito in Africa. La permanenza in Africa ha segnato profondamente la sua vita proprio nel profilo artistico. Al rientro in Italia all’età di 10 anni è andato a vivere a Napoli. Oggi i suoi dipinti, con l’utilizzo di una personale tecnica di frammentazione del colore rappresentano le sensazioni, le preoccupazioni, le gioie ed i pensieri di un uomo contemporaneo.


MATTIA MORELLI


Mattia Morelli è di origine pugliese, vive a Roma per lavoro.

Dopo gli studi classici, si laurea dapprima in pittura e successivamente in fotografia all’Accademia di Belle Arti.

Espone in varie manifestazioni artistiche in Italia e all’estero.

Collabora negli anni con il fotografo Maurizio Machetti.

Da ottobre 2020 è docente di grafica, fotografia e ripresa presso la scuola secondaria di secondo grado.


IDILIO GALEOTTI


Idilio Galeotti è nato e vive a Modigliana (Forlì).

Terminata la scuola inferiore si iscrive all’istituto Tecnico Industriale che frequenta per un anno per poi orientarsi successivamente presso l’Istituto D’arte Minardi di Faenza dove frequenta corsi di storia dell’arte, pittura, serigrafia e scultura e acquisisce la specializzazione di tecnica plastica.

Scrittore e tra le sue principali pubblicazioni è da ricordare “Intrighi della capitale”.

Artista poliedrico e scultore per eccellenza riconosciuto per le sue forme creative legate a progetti artistici universali.


PAOLO GIACOMELLO


Paolo Giacomello vive a Verbania.

Nel 1986 inizia a dipingere con continuità e ad esporre le sue opere. Dipingeva paesaggi e negli ultimi anni la sua attenzione si è spostata verso geometrie dove attraverso installazioni e opere su tela ha creato armoniche composizioni.

Forme geometriche che s’incastrano in modi sempre differenti e con forme che moltiplica in una continua ricerca e progettazione.


LORENZO BOCCA


Lorenzo Bocca è nato a Soresina (Cremona).

Architetto, Pittore, Insegnante e dall’incontro con il maestro Alberto Sartoris protagonista del Movimento Razionalista Italiano entra in contatto con artisti dell’astrattismo geometrico. Ha studiato a fondo le geometrie delle architetture di Francesco Borromini.

La recente attività artistica si concentra proprio sulla definizione di composizioni geometriche realizzate in colori acrilici su carta o su tavola.


PIETRO SERRA


Pietro Serra è nato a Oristano e vive a Nurachi.

All’inizio del suo percorso artistico si avvicina ai macchiaioli, utilizza al massimo cinque colori che rispecchiano le tonalità della terra nativa di Sardegna poi vivendo vicino al mare si orienta verso l’animo umano e rappresenta i pescatori, con la loro pelle rovinata dal vento, ponendo in evidenza la fierezza del loro duro lavoro. Negli anni quindi passa dai paesaggi alla pittura figurativa e in alcune opere, è evidente un realismo.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


IN EVIDENZA




                                  RACCONTI DI DONNE


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

PIU' DONNE CHE UOMINI IN INDIA da Il Post

MORIRE PER LA NATO PUBBLICATO IN SPAGNA

COSE DA DIRE A UNA FIGLIA CHE E' DIVENTATA GRANDE di Chiara Macina