ZARGAR VINCE LA TARGA PER IL MIGLIOR COMPONIMENTO ISPIRATO A DANTE

 

Un autore kashmiro vince la targa per il miglior

 componimento ispirato a Dante


Due versi di Dante, famosi in tutto il mondo, esprimono l’amore per il sapere al di là di ogni altro interesse umano: “Fatti non foste a viver come bruti / ma per seguir virtute e canoscenza”. È Ulisse che parla così, punito eternamente nell’Inferno, amato, però, straordinariamente, da Dante che ne fa il campione intelligente dello spirito di ricerca, il personaggio che sacrifica tutto per “l’ardore / ch’i’ ebbi a divenir del mondo esperto / e de li vizi umani e del valore;”.

Questi versi hanno affascinato Zahoor Ahmad Zargar, leader della Comunità islamica ligure, e la sua poesia a tema ha così vinto la targa per il miglior componimento ispirato a Dante nella terza edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Ascoli Piceno.

Purtroppo, la premiazione, causa misure anti Covid, Zargar l’ha potuta seguire solo tramite la diretta facebook.

Emanuele Di Silvestro, noto dantista che, tra l’altro, recentemente, ha tenuto una seguitissima conferenza presso l’Archivio di Stato di Ascoli intitolata “Cecco contro Dante”, ha, dunque, premiato solo un delegato a ricevere il premio.


Ma l’emozione è stata grande lo stesso, specialmente per una persona nata in un altro paese dove Dante non è letto e studiato approfonditamente come avviene in Italia.

Il tema della curiosità, che è massimamente incarnato da Ulisse nella Commedia, - è scritto nella motivazione del premio a cura proprio dell’esperto Di Silvestro, - è esplicato perfettamente nei versi del poeta kashmiro, ormai cittadino ligure: “Vendere specchi / nella città dei ciechi, / tenere il fuoco acceso / nel palmo della mano, […] uomo / dentro la mente libero / di versare il mare in una ciotola”.

L’insegnamento di Ulisse a ogni ricercatore, esploratore, sapiente, è profondamente racchiuso in quell’immagine: uomo dentro la mente libero.

La lirica completa, insieme ad altre, composte nei quasi trentacinque anni di permanenza in Italia, fa parte della raccolta “L’albero dei millefiori” uscita proprio in questi giorni e disponibile su Amazon.

Oltre alle poesie di Zargar, nel testo sono presenti anche i commenti della moglie e delle figlie Samina e Zarina che tratteggiano non solo il poeta ma soprattutto l’essere umano Zahoor: come abbia saputo conquistare e mantenere, in tutti questi anni, il rispetto in famiglia e nella società.

In conclusione, poi, viene riportata un’intervista che gli era stata fatta da Ivo Nardi, titolare del sito Riflessioni.it. Il senso della vita, il bene e il male, la morte, la fede, la sofferenza, sono alcune delle domande cui Zargar non ha avuto paura di rispondere.

Al link si può leggere un estratto del volume:

L'ALBERO DEI MILLEFIORI: Poesie eBook : ZARGAR, ZAHOOR AHMAD: Amazon.it: Libri


PUBBLICATO SU:

Un autore kashmiro vince la targa per il miglior componimento ispirato a Dante – Liguria 2000 News

https://www.controluce.it/notizie/?p=211630&preview=true

VERSI IN VOLO: UN AUTORE KASHMIRO VINCE LA TARGA PER IL MIGLIOR COMPONIMENTO ISPIRATO A DANTE di RENATA RUSCA ZARGAR


COMUNICATO


ZARGAR VINCE LA TARGA PER IL MIGLIOR COMPONIMENTO

 ISPIRATO A DANTE

Due versi di Dante, “Fatti non foste a viver come bruti / ma per seguir virtute e canoscenza”, riferiti a Ulisse, il personaggio che sacrifica tutto all’amore per il sapere, hanno ispirato Zahoor Ahmad Zargar, leader della Comunità islamica ligure.

La sua poesia a tema ha così vinto la targa per il miglior componimento ispirato a Dante nella terza edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Ascoli Piceno.


Purtroppo, la premiazione, causa misure anti Covid, Zargar l’ha potuta seguire solo tramite la diretta facebook. Dunque, la consegna della targa è avvenuta tra il dottor Emanuele Di Silvestro, noto dantista, e la persona delegata al ritiro.

Il tema della curiosità, che è massimamente incarnato da Ulisse nella Commedia, - è scritto nella motivazione del premio a cura proprio dell’esperto Di Silvestro - è esplicato perfettamente nei versi del poeta kashmiro, ormai cittadino ligure: “Vendere specchi / nella città dei ciechi, / tenere il fuoco acceso / nel palmo della mano [...] uomo / dentro la mente libero / di versare il mare in una ciotola”.

La lirica completa, insieme ad altre, composte nei quasi trentacinque anni di permanenza in Italia, fa parte della raccolta “L’albero dei millefiori” uscita proprio in questi giorni e disponibile su Amazon.

Al link si può leggere un estratto:

L'ALBERO DEI MILLEFIORI: Poesie eBook : ZARGAR, ZAHOOR AHMAD: Amazon.it: Libri


PUBBLICATO SU:

Il leader della comunità islamica ligure Zargar vince la targa per il miglior componimento ispirato a Dante - Riviera24

https://www.liguria24.it/2021/11/21/il-leader-della-comunita-islamica-ligure-zargar-vince-la-targa-per-il-miglior-componimento-ispirato-a-dante/294164/

Commenti

  1. Ottimamente, ben meritato il premio per questa splendida poesia di Zahoor Ahmad Zargar!
    Danila

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

SI INSINUA NEL VIDEO CHE IO MI FACCIA RUBARE LA BORSETTA!!!!

CHE TE NE FAI DI UN'ALTRA FEMMINA? storie di donne per combattere la violenza

FINALMENTE SONO QUI di Renata Rusca Zargar