LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI a Mezzago e Cavenago (MB)

 

LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI

 

Nelle nostre idee risiede l’unica rivoluzione possibile.
Solo nel nostro comportamento e
nella comprensione vi è evoluzione.
Joseph Beuys

 


 

Due eventi dedicati a noi come rivoluzionari della nostra vita.
Sabato 27 BEHIND THE WALL una serata dedicata alla giornata per l'eliminazione della violenza sulle donne a Cavenago.
Domenica 28 LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI sarà Beuys senza Beuys con una performance, un aperitivo e un film dedicato all'assioma beuyssiano La rivoluzione siamo noi a Mezzago
Vi aspettiamo!

Domenica 28 novembre

ore 15.30
SIAMO NOI LA RIVOLUZIONE?
Incontri di casualità. Risposte e domande per scolpire il pensiero. Presentazione attorno al fuoco, con un bicchiere di vino, in altalena... del progetto di arte partecipativa "Siamo noi la Risoluzione?"
a cura di Annalisa NALI Limonta, Valeria VALE Codara e Antonello LELLO Cassinotti che si concluderà il prossimo anno.
CAAM, via Vitelunga, Mezzago (MB)

🍹 ore 17.30
APERITIVO
BLOOM, via Curiel 39, Mezzago (MB)

🎥 ore 18.15
LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI
Proiezione film di Ilaria Freccia
Il racconto di un momento straordinario e irripetibile
nella storia dell'immaginario del nostro Paese: gli anni tra il Sessantotto e la fine dei Settanta, in cui l'Italia fu uno dei centri propulsori di un nuovo modo di leggere il mondo.
Indagine sulle pratiche interne al progetto “En Plein Air”. A cura di Maddalena Giovannelli.
BLOOM, via Curiel 39, Mezzago (MB)

prenotazioni: https://forms.gle/gmaQc6rQcvk56eD18

In collaborazione con Bloom - CAAM - PiantaNatura - COOP Mezzago - Pro Loco Mezzago - Mezz'Agro


Sabato 27 novembre - ore 21.00
Sala Polifunzionante Gino Bartali, Via S. Giulio, 12, 20873 Cavenago di Brianza MB

BEHIND THE WALL
violenza fatta in casa


di e con Alessandra Anzaghi

La maggior parte della violenza sulle donne avviene tra le rassicuranti pareti domestiche. Pareti di una gabbia dove si racchiudono inferni quotidiani cui le donne devono far fronte, spesso nel silenzio e nell’indifferenza.
Questa è la storia raccontata da una vicina di casa, che attraverso il muro, ascolta. Impotente. Ma ascoltando è come se anche lei vivesse quelle violenze.Avvicinandosi al mondo dell’altra il muro che le divide crolla ed una mano può tendersi.

Una performance teatrale fatta di canzoni, parole, azioni.


Nel foyer della sala sarà allestita la mostra “Riconoscersi uomini - liberarsi dalla violenza” a cura dell’associazione Rete Maschile Plurale.
La mostra sarà inoltre visitabile anche presso il salone Apollo a partire dal giorno 30/11 al 05/12 in orari di apertura Biblioteca comunale "Peppino Impastato" di Cavenago di Brianza
 

 

IN EVIDENZA




Per capire e sconfiggere la violenza sulle donne ma anche la quotidiana sopraffazione e gli stereotipi che tormentano le donne.

La donna è soggetta a qualsiasi capriccio del maschio e spesso è la donna stessa a perpetuare questa mentalità.
Perché si possa cambiare, deve cambiare prima di tutto la donna.
Deve educare maschi e femmine allo stesso modo, non deve più sentirsi padrona del mondo solo se ha partorito un essere con il pene.
Ognuno ha le sue particolarità.
È bello nascere maschio ed è meraviglioso nascere femmina: essere accogliente e poter dare la vita.
Come deve essere ugualmente magnifica qualsiasi identità sessuale, quando si possa liberamente vivere la propria natura.
Questi racconti trattano di donne che hanno amato molto, in Occidente o in Oriente, ma hanno incontrato il dolore della rinuncia o della crudeltà del maschio e della società.


LEGGI L'ESTRATTO:

https://www.amazon.it/CHE-FAI-UNALTRA-FEMMINA-occidentale-ebook/dp/B09M5QZ9VH/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=&asin=B09M5QZ9VH&revisionId=4a150c0a&format=1&depth=1


DISPONIBILE SU AMAZON:
https://www.amazon.it/dp/B09M57X9GP/ref=tmm_hrd_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr
 



Commenti

Post popolari in questo blog

SI INSINUA NEL VIDEO CHE IO MI FACCIA RUBARE LA BORSETTA!!!!

CHE TE NE FAI DI UN'ALTRA FEMMINA? storie di donne per combattere la violenza

FINALMENTE SONO QUI di Renata Rusca Zargar