LA PUTTANA di Zahoor Ahmad Zargar

 


Dedico questa poesia a quelli che hanno lasciato il loro

 paese d’origine nella speranza di una vita migliore nei

 cosiddetti paesi civili e sono stati ingannati, sfruttati,

 feriti e, qualche volta, uccisi. Voglio ricordare anche tutti

 quelli che sono ancora prigionieri degli sfruttatori e

 lottano per riconquistare la dignità dell’esistenza.


LA PUTTANA.

Corpi bruciati

anime ferite

sogni sparsi

desideri sanguinanti.

Fino ad ieri

ero la luce degli occhi

di tutti quanti:

mia madre

prediceva

un futuro migliore

mentre mi carezzava

i capelli,

ero l’orgoglio di mio padre

e come la luna

brillavo

nel suo cielo;

fino ad ieri

passavo il mio tempo

nel prato verde

con gli amici

sognando, desiderando, pregando.

Ed eccolo

arrivato il mio momento!

Una stella brillante

mi è caduta addosso,

ha voluto farmi conoscere

un mondo diverso,

il mondo civile,

dove le notti sembrano giorni

e non si conoscono avversità né lacrime.

Tutto come un sogno.

Un sogno!

Ma dura poco.

Mio!

Chi era mio

è diventato estraneo,

mi ha strizzata,

massacrata,

forzata,

venduta nelle mani

di persone che si dicono

rispettose,

signori della civiltà:

un fiore rimasto

giorno per giorno

reciso e tagliuzzato

nel letto di altri.

Ed ora mi chiamano

puttana!


TRATTO DAL VOLUME:

L'ALBERO DEI MILLEFIORI


LEGGI L'ESTRATTO:

L'ALBERO DEI MILLEFIORI: Poesie eBook : ZARGAR, ZAHOOR AHMAD: Amazon.it: Libri



IN EVIDENZA




Per capire e sconfiggere la violenza sulle donne ma anche la quotidiana sopraffazione e gli stereotipi che tormentano le donne.

La donna è soggetta a qualsiasi capriccio del maschio e spesso è la donna stessa a perpetuare questa mentalità.
Perché si possa cambiare, deve cambiare prima di tutto la donna.
Deve educare maschi e femmine allo stesso modo, non deve più sentirsi padrona del mondo solo se ha partorito un essere con il pene.
Ognuno ha le sue particolarità.
È bello nascere maschio ed è meraviglioso nascere femmina: essere accogliente e poter dare la vita.
Come deve essere ugualmente magnifica qualsiasi identità sessuale, quando si possa liberamente vivere la propria natura.
Questi racconti trattano di donne che hanno amato molto, in Occidente o in Oriente, ma hanno incontrato il dolore della rinuncia o della crudeltà del maschio e della società.


LEGGI L'ESTRATTO:

https://www.amazon.it/CHE-FAI-UNALTRA-FEMMINA-occidentale-ebook/dp/B09M5QZ9VH/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=&asin=B09M5QZ9VH&revisionId=4a150c0a&format=1&depth=1


DISPONIBILE SU AMAZON:
https://www.amazon.it/dp/B09M57X9GP/ref=tmm_hrd_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=

Commenti

Post popolari in questo blog

SI INSINUA NEL VIDEO CHE IO MI FACCIA RUBARE LA BORSETTA!!!!

CHE TE NE FAI DI UN'ALTRA FEMMINA? storie di donne per combattere la violenza

FINALMENTE SONO QUI di Renata Rusca Zargar