da GREEN PEACE

 


Rabbia, dolore. È ciò che proviamo mentre vediamo il nostro Paese stretto nella morsa dei disastri naturali. Da nord a sud alle isole si susseguono alluvioni, incendi, frane: con costi umani, ambientali ed economici enormi. 

Perché i cambiamenti climatici non riguardano più solo i ghiacciai e gli orsi polari dall’altra parte del mondo: adesso siamo noi che perdiamo la nostra casa, le nostre foreste, le nostre vallate, la nostra economia e sicurezza. Dobbiamo agire immediatamente. 

Siamo l’ultima generazione che può fermare la crisi climatica.
Va fatto oggi, o non ci sarà un domani: sostieni la campagna Clima!

Ma ecco il paradosso. Di fronte a questo scenario apocalittico c’è ancora chi continua a fare affari con gas, petrolio e carbone, sfruttando allo stremo le risorse naturali e aumentando i livelli di gas serra.

Aziende e politici riempiono i loro discorsi e le loro pubblicità di parole come green e rinnovabili, ma i fatti sono altri: le centrali a carbone continuano a bruciare, gli oleodotti pompano petrolio, le trivelle continuano con le estrazioni di petrolio e gas fossile. Non possiamo restare a guardare mentre paghiamo il prezzo della distruzione del Pianeta!

Quest’anno abbiamo già ottenuto una vittoria importante, convincendo una delle maggiori compagnie Assicurative del Paese a interrompere il suo ostinato supporto al carbone, ma continueremo ad entrare in azione finché non metteremo tutti i responsabili con le spalle al muro, e finalmente potremo mettere un freno alle cause dei cambiamenti climatici.

La nostra casa è in pericolo aiutaci a proteggerla

La nostra indagine indipendente ha mostrato che dal 2013 al 2019 il danno economico per l'Italia provocato da alluvioni e frane (eventi estremi intensificati dal riscaldamento globale) è stato pari a 20,3 miliardi di euro. Non solo: In Italia oltre il 90% dei comuni è a rischio frane o alluvioni. Un pericolo che incombe nel complesso su 7,5 milioni di cittadini.

Quanto vale la vita delle persone e delle migliaia di specie che popolano il nostro territorio? Per le aziende che inquinano estraendo e bruciando gas, petrolio e carbone, vale meno di zero. Lo sfruttamento delle risorse naturali, invece, produce moltissimi profitti.

Il nostro Pianeta non è in vendita! Abbandonare carbone, gas e petrolio, e rifondare la nostra economia investendo in energie 100% rinnovabili è possibile, e deve essere fatto subito.

Per continuare a fare inchieste indipendenti e denunciare pubblicamente le responsabilità di chi specula sul Pianeta abbiamo bisogno anche di te.

https://www.greenpeace.org/italy/


Commenti

Post popolari in questo blog

CERCASI ASSOCIAZIONI O ENTI PER ORGANIZZARE IL CAPODANNO CINESE A GENOVA

UN FUTURO SINDACO CHE SEMBRA UN COMUNE MORTALE, PROPRIO COME NOI

TALEBANI BRAVE PERSONE di Renata Rusca Zargar