I BIANCHI NUVOLONI DI AGOSTO (video)


 

VEDI ANCHE:

I BIANCHI NUVOLONI DI AGOSTO di Giuseppe Bagnasco (senzafine.info)



Descrizione

 Il ricordo di un mondo contadino ormai perduto, semplice, un modo di vivere essenziale, scandito dal ritmo delle stagioni e di quello che esse offrono. Con una scrittura intensa e scorrevole l’autore è capace di 
Il ricordo di un mondo contadino ormai perduto, semplice, un modo di vivere essenziale, scandito dal ritmo delle stagioni e di quello che esse offrono. Con una scrittura intensa e scorrevole l’autore è capace di portare chi legge a immedesimarsi con le situazioni che racconta, ad essere lì con lui, bambino, che nelle vacanze dai nonni in campagna si confronta con il mondo degli adulti. Si rimane affascinati dal modo in cui racconta la famiglia, la semplicità della vita contadina e il paesaggio che lo circonda. Nei ricordi dell’autore ormai adulto si coglie un velo di tristezza per la perdita di quegli affetti e forse di rimpianto per un amore non vissuto, per quello che poteva essere. I grandi nuvoloni bianchi che appaiono sullo sfondo del cielo azzurro estivo, sembrano minacciosi, ma forse dietro di loro ci sono le anime bianche, proprio di quelle persone che abbiamo amato.



---------------------------------------------------------------------------------------------------------------


IN EVIDENZA (pubblicità)




MI CHIAMO ALICE

monologo di ANNA STERI 

interpretato da SAMINA ZARGAR


ISCRIVITI AL CANALE UP AND DOWN BY SAMINA


CHI E' SAMINA?


UP AND DOWN dal sito caARTEiv (senzafine.info) 


Commenti

Post popolari in questo blog

PIU' DONNE CHE UOMINI IN INDIA da Il Post

UN ABITARE COLLABORATIVO

DANTE