PRESEPE DI SALE

 MUSA museo del sale

CERVIA

Laboratori dedicati ai bambini, mostre e presepi per festeggiare il Natale



Nell’ambito delle festività natalizie il museo propone diverse iniziative alle quali fanno da cornice i tre presepi caratteristici del MUSA. Il presepe più originale è quello di sale realizzato da Agostino Finchi nel 1992, una serie di statuette di solo sale scolpite dalla naturale cristallizzazione del sale. Al museo una Natività a grandezza naturale in terracotta patinata è collocata nella capanna in giunco dei salinari. Le statue sono state realizzate da Paolo Onestini e “ vestite” da alcune “azdore” cervesi. Il terzo presepe è un presepe animato che rappresenta i luoghi e i personaggi della città di Cervia. Si vede la salina Camillone con i salinari al lavoro, la burchiella che porta il sale ai magazzini, il faro che indica con il suo fascio di luce, la giusta direzione ai naviganti. E’ un dono del cervese Mario Boselli


Domenica 12 dicembre dalle 15 alle 17 si terrà Sale e Arte: laboratorigratuito ( compreso nel biglietto di ingresso) di pittura creativa dedicato ai piccoli ospiti. Nell’area a loro dedicata i bambini potranno realizzare disegni con il sale colorato sotto la guida degli operatori della Cooperativa Atlantide.


Sabato 18 e domenica 19 dicembre saranno gli ultimi giorni per scoprire i paesaggi della Salina di Cervia negli scatti di diversi fotografi amatoriali. La mostra, “Racconti dalla Salina” è composta da 14 fotografie che raccontano la Salina di Cervia selezionate tra le immagini scattate dai partecipanti del corso di fotografia AmaParco SCOPRI. FOTOGRAFA. AMA. (il primo corso di fotografia AmaParco) in collaborazione con il fotografo Luca Rontini. Ogni scatto è accompagnato da una piccola descrizione/frase pensata dai fotografi per raccontare la Salina. Le fotografie sono state scattate in Salina nell’orario più suggestivo della giornata, al tramonto.

La mostra collettiva, curata da Fabiana Succi e Luca Rontini propone le foto di Alice De Silvestri, Cristina Bolognesi, Laura Manaresi, Mascia Gurioli, Mirko Garavini e Stefano Cottignoli.

Chiuderà domenica 19 dicembre. Alle 17.30 si terrà il Finissage della mostra alla presenza degli autori degli scatti.



Da sabato 18 dicembre a domenica 9 gennaio il museo sarà aperto tutti i giorni, compreso sabato, domenica e festivi. Orari: 14.30-19.00.





IN EVIDENZA

"Quando soffia il vento del ricordo, / il sonno va via dalla testa / e il cuore balza alla gola. [...]"

"Sussurrava intorno un’aria così sottile / che svegliava i desideri del cuore, / il vento trascinava via la mia sciarpa / e pareva accarezzare la sua pelle.[...]"

“Dio mio, / perdono / di non visti peccati / mentre il mio giovane corpo / privo di fioritura / è legato con tubi / -radiazioni-chemioterapia- / torture-dolore-sofferenza-[...]".

"Scene di crudeltà massacri spari / bombe fuoco urla pianti / Poi un lungo silenzio.../ L’uomo ha dimenticato che anche lui / era un bambino![...]"

Un ventennio di pensieri di amore e spiritualità.


LEGGI L'ESTRATTO:

https://www.amazon.it/LALBERO-MILLEFIORI-ZAHOOR-AHMAD-ZARGAR-ebook/dp/B09L58V246/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=L%27ALBERO+DEI+MILLEFIORI&qid=1636275616&qsid=262-5111819-2130545&s=books&sr=1-1&sres=B09L58V24

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutto pronto per Capodanno?

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI 2022 da Prontobolletta

CITTÀ AL TEMPO DEL CORONA VIRUS (video)