LETTERA A MIO FIGLIO di Marina Rossi

 LETTERA A MIO FIGLIO


di   Marina Rossi




Ho chiuso gli occhi un attimo
e già sei un ometto.
Solo sei anni or sono sei venuto al mondo.
Mi dai innumerevoli motivi per esser fiera di te.
Solo per esser mio figlio …ne sono molto orgogliosa,
presto non potrò più tenerti per mano, perché grande tu ti sentirai,
non potrò darti ogni cosa perché ogni cosa tu sei già per me.
Non dimenticati di voltarti qualche volta perché io sarò lì a guardarti diventare uomo .
Pensa se vorrai a questa mamma che tanto ti ama, non sempre ci sarò se mai cadrai.
Non potrò limitare le sofferenze
ma potrò asciugare le tue lacrime o piangere con te se mi vorrai.

Quando uomo tu sarai, ti aiuterò a ricucire le ferite del tuo cuore.
Anche quando io sarò solo uno sbatter d’ali di farfalla la tua mamma sarà sempre lì con te figlio mio.
Tu sei il miglior rimedio al dolore che possa conoscere, mi basta un tuo abbraccio, una tua dolce parola e ogni cosa se ne va. Le parole più magiche sono quelle di un figlio che d’amor sa parlar perché è di questo che tu sei fatto.


Una lettera per voi, la mia vita


Carissimi, Massimiliano e Bryan, voi due insieme siete un elemento fondamentale nella mia vita. Massimiliano, ci siamo conosciuti in un momento della nostra vita molto particolare, tu stavi combattendo la tua battaglia ed io la mia. Insieme abbiamo deciso che potevamo vincerle. Dandoci del tempo e conoscendoci abbiamo capito che potevamo riuscirci. Tu mi hai ridato la voglia di essere una Donna combattiva, allegra forse più di prima. Amore mi hai aiutato a combattere molti dei miei fantasmi e ancora oggi qualcuno mi turba, ma con te al mio fianco riesco sempre in qualche modo a vincerlo. So di doverci lavorare ancora ma con la tua perseveranza e pazienza pian piano ci riuscirò. Farò di tutto per mantenere viva la nostra passione, con il bello e brutto tempo. Di essi ce ne saranno tanti, con pazienza insieme li vinceremo.

Nonostante siamo ancora diamanti grezzi un giorno brilleremo. Pensandoci però forse abbiamo cominciato a brillare già da sei anni da quando nella nostra vita è arrivato Bryan.

Bryan tu sei la mia forza la mia speranza il motivo più grande per riuscire in ogni impresa che la quotidianità mi regala, anche se ci son giorni duri. Stare con voi sembra un sogno all’infinito dove non vorrei svegliarmi mai. E vedere i tuoi sorrisi. Massimiliano, quando sorridi i tuoi occhi brillano, il tuo colorito è più roseo ed intorno a te si crea un’aurea luminosa. Amo quella sensazione che provo quando vedo un tuo sorriso. Amo di te, quanto ti impegni nel farmi tornare il sorriso, quando mi vedi triste o arrabbiata per qualche motivo. E’ un atto d’amore che mi regali ogni volta che lo fai. Siete il mio mondo la mia favola. Bryan ogni volta che mi permetti di stare tra le tua braccia sentendo i nostri cuori battere all’unisono e sempre più forte, vengo investita da una grande emozione sul mio viso sento scendere una lacrima, una lacrima di gioia, felicità, amore. Bryan le tue manine sul mio viso a volte stanco, mi rassicurano sentendomi dire, mamma ora ci sono io e penso a te, e con amore sincero mi abbracci e sussurri Mamma ti amo. Tanto amore perché nel momento in cui ti sento vicino a me tutto intorno diventa magico, hai colmato un grande vuoto in me, e insieme sento che possiamo crescere insieme tu mi insegni a diventare grande e grandi insieme lo diventeremo. Non smetterei mai di giocare con te o farti stare tra le mie braccia perché avere la fortuna di averti con me è immensa come l’amore che provo per te è immenso. Sono due Amori diversi è vero, ma sono unici nel loro genere Massimiliano e Bryan vi amo, mamma e moglie.


"Lettera a mio figlio" di Marina Rossi - Zoomma



-----------------------------------------------------------------------------------


Pubblicità


Ho creato una collana di romanzi storici e racconti.

Quando si riferisce la storia, antica o moderna che sia, di solito, si parla di condottieri, guerre, battaglie e date da ricordare. In questi romanzi, invece, i protagonisti non sono principi, re o leader popolari ma persone comuni. Esse vivono le difficoltà e le paure di tutti noi, ambientate, però, nel loro tempo. In Kara, ad esempio, un romanzo adatto a tutti fin dai 9 anni, il personaggio principale è una piccola contadina che vive nell'entroterra di Creta. A Pompei (Il tempo in cui i Galli iniziano a cantare), protagonista è, addirittura, un grande e pericoloso amore tra uno schiavo e un'affascinante e ricca fanciulla, mentre nell’antico Egitto (La seguirò ovunque ed ella mi seguirà), si racconta di un contadino e di una nobile fanciulla. Infatti, far rivivere la storia significa narrare di noi, cioè degli esseri umani veri che si incontrano nella quotidianità dei tempi.

ROMANZI STORICI (4 libri) Edizione Kindle (amazon.it)


Dinosauri, Atlantide, Uomo del Similaun, Civiltà di Golasecca, Ercolano, Liguri, Pompei… Racconti d'amore 



ebook euro 3,90
cartaceo euro 8,50

La nostra civiltà ha origini antichissime.
L’uomo della Storia ha lottato per sopravvivere ma anche per permetterci l’evoluzione di cui siamo discendenza.
Un tempo, esisteva l’amore? O, meglio, esisteva come lo pensiamo adesso?
Le emozioni profonde e i sentimenti dell’essere umano sono sempre state le stesse. Per sete di potere, ricchezza, o consuetudini tribali, spesso l’amore è stato impedito, soffocato e castrato, come succede ancora oggi da qualche parte nel mondo.
I protagonisti di queste vicende ambientate in vari periodi di una Storia molto Antica
 hanno, invece, sconfitto gli stereotipi delle loro epoche e sono diventati eroici.
Perché, nonostante tutte le avventure e i pericoli affrontati, hanno scelto l’Amore.

COPERTINA DI ZARINA ZARGAR


Commenti

Post popolari in questo blog

LA PACE di PABLO PICASSO da MEMORIACONDIVISA

LA PIU' BRAVA DEL REAME: SAMINA ZARGAR

ETICA, SPIRITUALITA' E NONVIOLENZA