RIGASSIFICATORE

 


"IL RIGASSIFICATORE POTEVA RESTARE A PIOMBINO, A VADO CE LO HA VOLUTO LA POLITICA". IN UNA PAROLA: TOTI

(7) ferruccio sansa - Risultati della ricerca | Facebook


Ecco, adesso è chiaro: il rigassificatore a Vado è stato una scelta politica. Ce lo ha voluto Giovanni Toti.
È venuto fuori oggi durante la Commissione in Consiglio Regionale. C'erano i sindaci del savonese e i tecnici Snam.
Su una cosa tutti d'accordo: "Il rigassificatore poteva restare a Piombino oppure anche in altri posti. Le soluzioni tecniche c'erano. Alla fine si è fatta una scelta politica".
Appunto, ha scelto Toti. Ha rifilato alla gente del savonese un rigassificatore da 170mila tonnellate. Un impianto che starà a 2 km dal centro di Savona. Ad ancora meno dalle case di Vado.
Ma durante le cinque ore di audizioni è emerso altro: la decisione era già stata presa il 26 giugno.
I sindaci, però, sono stati tenuti all'oscuro di tutto fino al 17 luglio.
Ecco cosa significa ignorare la volontà dei sindaci, degli amministratori locali, della gente.
Ecco cosa significa decidere fregandosene di tutto per guadagnarsi punti con Giorgia Meloni.
Ma stavolta a Toti è andata male. La gente di Vado e del savonese ha detto no. Vedremo chi la spunta.

Ferruccio Sansa







--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PUBBLICITA'




SEGUI  E CONTATTA SAMINA 


Commenti

Post popolari in questo blog

CONSIDERAZIONI SEMISERIE SULLA MIA DEMENZA SENILE di Renata Rusca Zargar

IL NEGROMANTE DI ROUEN di Ornella Fiorentini

LA PIU' BRAVA DEL REAME: SAMINA ZARGAR