JAN FABRE Studio Trisorio

 


Jan Fabre

Per Eusebia, Laura e Joanna

inaugurazione giovedì 28 settembre

ore 18.30



Giovedì 28 settembre alle ore 18.30 presso lo Studio Trisorio, in Riviera di Chiaia, 215 sarà inaugurata una personale di Jan Fabre dal titolo Per Eusebia, Laura e Joanna.

Jan Fabre, artista visivo e autore teatrale, è considerato uno degli artisti più versatili e innovativi della scena contemporanea internazionale e viene descritto come un genio dell'avanguardia nei diversi campi in cui opera.

La sua nuova mostra allo Studio Trisorio presenta 18 disegni e 3 sculture in corallo tra cui gli studi delle opere Per Eusebia Il numero 85 con ali d'angelo che, nel 2022, sono entrate rispettivamente nelle collezioni permanenti napoletane della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro e della Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco.
Con questa personale Jan Fabre rende omaggio a tre donne: Eusebia, la pia donna leggendaria che raccolse il sangue di San Gennaro in due ampolle dopo il suo martirio nel 305 d.C, la gallerista Laura Trisorio e Joanna De Vos, moglie dell'artista.

Nel mosaico Per Eusebia (studio) l’artista smaterializza l'immagine del Santo patrono e rappresenta poeticamente vari oggetti legati al culto del suo sangue: la mitra, caratterizzata da una magnificente ghirlanda di rami di corallo circondata da lingue di fuoco, due chiavi come quelle utilizzate per aprire la cassaforte che custodisce il sangue di San Gennaro e due ampolle. Lo sfondo è costituito da un infinito chiaroscuro di rosso, una monocromia creata da variazioni naturali di tonalità e forme in cui si riconoscono le mani esperte dell'intagliatore e dell'artista che ha minuziosamente assemblato i piccoli pezzi di corallo per omaggiare Napoli, la “Urbs sanguinem”, la città dove il sangue è protagonista di prodigi miracolosi.

La scultura L’organo dell’amore con l’albero della vita (studio), dedicata a Laura Trisorio, rappresenta un cuore anatomico composto da rose e perle di corallo, sormontato da una croce immagine metaforica dell’albero della vita.

L’opera Il numero 85 con ali d’angelo (studio) è ispirata al “teschio alato” in marmo scolpito da Dionisio Lazzari nel 1669 per l'altare maggiore della Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco ed è costituita da un teschio con due ali lunghe e affusolate. Sul fronte compare il numero 85 il cui significato numerologico è legato alle anime del Purgatorio e si collega direttamente al culto dei morti, o meglio delle loro anime, caratteristico della cultura napoletana e della poetica barocca.

La mostra include una serie di 18 collage realizzati come studi preparatori per la creazione delle sculture. Questi riprendono diverse varianti dei simboli utilizzati in entrambe le opere collocate negli spazi sacri e diventano per l’artista piccoli universi a sé stanti, come sogni visionari. Sono realizzati su carta con il sangue dell'artista, matite colorate e un pennello molto fine che ricalca le piccolissime forme di corni, perle e rose del prezioso corallo rosso mediterraneo.

Durante l'inaugurazione Jan Fabre firmerà il libro Diari di una notte, pubblicato da Cronopio Edizioni.

La mostra si potrà visitare fino al 30 novembre. 


Biografia
Jan Fabre (Anversa, 1958), è stato il primo artista contemporaneo a realizzare mostre personali presso il Museo Louvre di Parigi (2008) e l’Hermitage di San Pietroburgo (2017). Ha presentato numerose installazioni in spazi pubblici fra cui il Castello di Tivoli (1990), il Palais Royal di Bruxelles (2002), il Musées Royaux des Beaux-Arts di Bruxelles (2013), la cattedrale di Anversa (2015). Nel 2016, per la mostra Jan Fabre. Spiritual Guards, sono state esposte a Firenze, tra Piazza della Signoria, Palazzo Vecchio e Forte di Belvedere, più di ottanta opere. È rappresentato in Italia dallo Studio Trisorio che ha presentato le sue personali My Only Nation is Imagination (2017) e Omaggio a Hieronymus Bosch in Congo (2019) nell'ambito della grande mostra Oro Rosso realizzata con il Museo di Capodimonte, il Museo Madre e il Pio Monte della Misericordia. Nel dicembre 2019 Fabre ha sancito il forte legame con Napoli installando in permanenza nella Cappella del Pio Monte della Misericordia quattro grandi sculture in corallo, in dialogo con le opere seicentesche di Caravaggio, Bernardo Azzolino, Luca Giordano, Fabrizio Santafede. Nel 2023 due sue opere sono entrate a far parte della collezione permanente della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro e della Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco.
Studio Trisorio

Riviera di Chiaia, 215

80121, Napoli

+39 081414306


Via Carlo Poerio, 110 | 116

80121, Napoli

+39 0815276011


Via Vittorio Emanuele, 44

80073, Capri

+39 0818377001







---------------------------------------------------------------------------------


PUBBLICITA'


SONO UNA DONNA CHE SCRIVE STORIE DI DONNE




 La bella immagine di copertina è dell’attrice Samina Zargar.


È uscito in questi giorni il nuovo libro di Renata Rusca Zargar “3 Storie di reincarnazione”, anche se sono trascorsi molti anni dal luglio del 1987 quando l’autrice è sbarcata in India soprattutto per comprendere le religioni orientali.

In tali religioni esiste, seppure in maniera diversa, il concetto della trasmigrazione delle anime che, probabilmenteci affascina perché risponde all’intimo bisogno che abbiamo di credere che non sarà tutto finito alla nostra morte. Oppure ci attrae perché soddisfa un innato e semplice desiderio di giustizia: se sei stato cattivo pagherai le tue colpe nella prossima incarnazione. Certo è che la reincarnazione rimane un mistero che non ci sarà svelato e che l’autrice ha scelto di svolgere attraverso la forma del racconto.

Il lettore, dunque, incontrerà animali come un elegante cavalluccio marino e una seppiolina, mentre la vita di Caterina, una ragazza degli anni mille, si intreccerà con quella di una giovane dei nostri tempi nella magica ambientazione di Noli e Spotorno. In fondo, la nostra incantevole Liguria con gli antichi villaggi dei pescatori ben si addice all’eterna atmosfera dell'amore.
Infine, tra le pagine, rinascerà Cecco D'Ascoli, un intellettuale condannato al rogo per le sue opinioni scientifiche che potrebbe essere stato, in un secolo ancora precedente, magari un forzuto invasore longobardo.

Leggere dei racconti significa, appunto, lasciarsi catturare da vicende fantastiche per poi provare a riflettere sugli argomenti importanti che si mescolano nel fondale dell’esistenza umana.


Il libro è disponibile sia cartaceo che in formato ebook su Amazon:

Amazon.it: 3 STORIE DI REINCARNAZIONE - ZARGAR, RENATA RUSCA - Libri

Commenti

Post popolari in questo blog

LA PACE di PABLO PICASSO da MEMORIACONDIVISA

LA PIU' BRAVA DEL REAME: SAMINA ZARGAR

ETICA, SPIRITUALITA' E NONVIOLENZA