C'ERA UNA VOLTA L'UCRAINA da Memoria Condivisa

 

CARRI ARMATI A BUDAPEST



L'aggressione, l'annessione, è sotto gli occhi di tutti, si sapeva da tempo, gli americani grandissimi esperti di guerre non esitarono a sganciare su Hisoshima e Nagasaki, la bomba atomica, non esitarono ad invadere il Vietnam, non esitarono a far cadere il socialista Allende, in Cile, un bagno di sangue e una repressione feroce da parte di Pinochet. Non esitarono a tentare di invadere Cuba. Era chiara fin dall'inizio la neutralità dell'Europa, intervenire significa la terza guerra mondiale, lo sanno pure i bambini. L'esodo biblico degli ucraini sarà senza fine, un'altro muro dovrà essere alzato per fermarli. E' necessario scendere a Patti con Putin, i russi non c'entrano, non contano nulla. Esistono gli oligarchi che hanno portato il gasolio a due euro e cinquanta, alla pompa. Quanti petrolieri di tutto il Mondo si stanno arricchendo, con le scorte di grezzo accumulate nel tempo? Il conto lo pagano i poveri cristi. Morti inutili, una Resistenza senza sbocchi, i nostri Partigiani ricevettero le armi dagli americani. Il Presidente

ucraino è in preda al delirio, non vuole arrendersi... non ci sono vie di uscita se non la morte e lo sbriciolamento dell' intera Ucraina. Chi la ricostruisce e con quali soldi anche volendo. L'informazione ha riempito tutti gli spazi liberi dell' Ucraina, è un ripetere continuamente gli stessi drammi, gli stessi problemi, è una guerra impari, impossibile. Nelle trasmismissioni di approfondimento molti sparlano oppure parlano di cose che non conosciamo. Nell' articolo in alto 

(Facciamo parte dell' Associazione ParliamoneOra, le nostre ricerche sono rivolte agli studenti delle scuole superiori e delle universita', è importante raccontare loro cosa è stato il muro di Berlino e rapportarlo alla situazione attuale in Ucraina.

L'UNIVERSITA' DI BOLOGNA E' LA PRIMA D'ITALIA INSIEME ALLA FEDERICO II DI NAPOLI CONTINUA A LEGGERE C'ERA UNA VOLTA L'UCRAINA (memoriacondivisa.it)  ) 

abbiamo trovato il link con la traduzione in italiano, delle fughe in Germania dall' Est all' Ovest. La dittatura Russa sui paesi dell' Est è stata atroce, la nostra generazione ha visto i carrarmati sparare per le strade di Budapest e in Cecloslovacchia, con la primavera di Dubcek.

Vicedirettore di HuffPost Alessandro De Angelis, ha dichiarato a Otto e Mezzo, che bisognerebbe armare l'Ucraina, per vincere la Resistenza dei Russi.

“I SOGNI MUOIONO ALL’ALBA”, LA RIVOLTA DEL POPOLO UNGHERESE DEL 23 OTTOBRE 1956

Oggi è festa nazionale in Ungheria. È la Festa della Repubblica proclamata il 23 ottobre 1989 ma è soprattutto la festa in cui gli ungheresi ricordano l’anniversario dell’insurrezione popolare contro il governo comunista che iniziò il 23 ottobre del 1956. Il pomeriggio del 23 ottobre di quel 1956 circa 3000 studenti scesero in piazza in segno di solidarietà con gli studenti della città polacca di Poznan che, a loro volta, avevano manifestato a favore degli operai polacchi che erano insorti al grido di “pane e libertà” contro il regime comunista di Cyrankiewicz segretario generale del Partito Operaio Unificato Polacco e primo ministro.

CONTINUA A LEGGERE:

C'ERA UNA VOLTA L'UCRAINA (memoriacondivisa.it)

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



IN EVIDENZA




IN EVIDENZA


CAMPANE DELLA LIBERTÀ di Samina Zargar (senzafine.info)

Commenti

Post popolari in questo blog

PIU' DONNE CHE UOMINI IN INDIA da Il Post

MORIRE PER LA NATO PUBBLICATO IN SPAGNA

NOI CAVIE DELLE NUCLEARI "TATTICHE" DI PUTIN di Renata Rusca Zargar