UN PIANO PER SALVARE IL PIANETA da AVAAZ

 


Cara comunità di Avaaz,
Ti scrivo a nome di oltre 500 nazioni indigene in tutta l'Amazzonia per chiedere il tuo sostegno.

Giorni fa ho lasciato la mia casa, la mia famiglia, e la mia grande mamma, la foresta amazzonica, per partecipare al più grande vertice sulla conservazione del mondo e lanciare un appello urgente per proteggere almeno metà del pianeta, tra cui l'80% dell'Amazzonia.

Dall'Amazzonia all'Africa e all'Indonesia, DOBBIAMO proteggere le foreste, i fiumi e i mari da cui dipende la nostra sopravvivenza.

Ma troppi dei nostri governanti sono ancora accecati dalla popolarità a breve termine, e lasciano che le foreste continuino a bruciare, i fiumi a morire e migliaia di specie ad estinguersi.

Per questo siamo qui. Ma siamo solo in pochi, e ci serve il sostegno di milioni di persone in tutto il mondo, per risvegliare questi leader addormentati!

Unisciti a me ora, perché nel mio discorso mi farò portavoce di tutta la comunità, davanti a tutti i governi del mondo, per chiedere di proteggere le nostre terre e almeno la metà del Pianeta, prima che sia troppo tardi:
Il mio popolo ha sempre difeso l'Amazzonia. Ma non si tratta solo dell'Amazzonia: le comunità indigene sono responsabili della protezione dell'80% della biodiversità mondiale. Senza la nostra saggezza, le nostre tradizioni e il nostro rispetto per Madre natura, il rischio per la vita sulla Terra aumenterebbe: rischiamo ogni giorno le nostre vite per difendere ciò che resta della natura.

Mi rifiuto di tornare a casa con una manciata di promesse vuote.

Abbiamo l'opportunità di creare una nuova e positiva relazione con la natura, onorando la grande rete della vita, da cui tutti dipendiamo integralmente. È l'umanità che sta causando la prossima estinzione di massa, quindi possiamo anche fermarla, se agiamo tutti insieme.

Per la prima volta noi, popoli indigeni, abbiamo voce e diritto di voto al Congresso IUCN, per questo combatterò con le unghie e con i denti per garantire che il nostro grido e quello del pianeta siano ascoltati.

Firma ora e aiutaci a raggiungere i 3 milioni di sostenitori per l'appello per salvare la natura, ora che è ancora possibile:

Clicca qui per unirti e condividi con tutti

Noi, popoli indigeni dell'Amazzonia, siamo legati da una lunga storia con Avaaz. Questa comunità è stata determinante nella nostra lotta per proteggere la più grande foresta pluviale del mondo, che ospita più di 500 nazioni indigene. Insieme siamo più forti, mano nella mano, e ora abbiamo un'opportunità unica di trasmettere un messaggio condiviso fino nelle stanze del potere. Unisciti ora.

Con speranza e determinazione,

Gregorio Mirabal, coordinatore del Coica (Coordinamento delle 
organizzazioni indigene della conca amazzonica), insieme ad Avaaz

Maggiori informazioni:

· Metà Terra per salvare la biodiversità (La Repubblica)

· La natura ha bisogno della metà (In inglese)

· Messaggio del Segretario Generale per la Giornata Mondiale della Biodiversità (ONU)

· Biodiversità: un milione di specie a rischio estinzione, modificato il 75% delle terre emerse (Ansa)

Avaaz è un movimento globale con oltre 65 milioni di membri che promuove campagne per far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa "voce" in molte lingue). I membri di Avaaz risiedono in ogni nazione del mondo; il nostro team vive in 18 paesi e 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui, per conoscere le nostre campagne più importanti, e seguici su FacebookTwitter, or Instagram.



PUBBLICITÀ

 


TUTTI I LIBRI DI RENATA RUSCA ZARGAR

in vendita su AMAZON

https://www.amazon.it/RENATA-RUSCA-ZARGAR/e/B08BXRB62G?ref_=dbs_p_pbk_r00_abau_000000

Commenti

Post popolari in questo blog

I CORSI PER TUTTI A QUILIANO (DUE SONO MIEI)

SARÀ UN GRANDE SINDACO DI CUI SAREMO ORGOGLIOSI

UN FUTURO SINDACO CHE SEMBRA UN COMUNE MORTALE, PROPRIO COME NOI