FIRMA L'APPELLO di AMNESTY

 



Trentadue richiedenti asilo provenienti dall’Afghanistan sono bloccati al confine con la Polonia e la Bielorussia da settimane, con accesso limitato ad acqua, cibo, alloggi adeguati e cure mediche.

 

Tra loro ci sono 27 uomini, quattro donne e una ragazza di 15 anni.

 

Le guardie di frontiera dei due paesi li hanno confinati in una striscia di terra al confine, impedendo l’accesso ad avvocati, operatori sanitari e osservatori sui diritti umani.

 

Il 25 agosto, la Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) ha emesso misure provvisorie e ha chiesto alle autorità polacche di fornire al gruppo cibo, acqua, vestiti, cure mediche adeguate e, se possibile, un rifugio temporaneo. Al 2 settembre, le autorità polacche non hanno rispettato tale ordinanza.   

 

Tutti hanno diritto di cercare asilo secondo gli strumenti di diritto internazionale ed europeo.

 

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutto pronto per Capodanno?

CITTÀ AL TEMPO DEL CORONA VIRUS (video)

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI 2022 da Prontobolletta