LA CITTA' DEL DIARIO

 


Dal 1984 Pieve Santo Stefano, quasi al confine tra Toscana, Umbria e Romagna, ha innalzato ai quattro punti cardinali del suo perimetro, sulle strade che vi accedono, un cartello giallo sotto quello della toponomastica ufficiale: "Città del diario". La cittadina ospita infatti nella sede del municipio, un archivio pubblico, che raccoglie scritti di gente comune in cui si riflette, in varie forme, la vita di tutti e la storia d’Italia: sono diari, epistolari, memorie autobiografiche.

Per conoscere la storia dell'Italia, al di fuori della storia ufficiale, consiglio a tutti di andare a visitare Pieve di Santo Stefano e il suo Archivio Diaristico Nazionale.
In occasione della nostra Festa della Liberazione del 25 aprile, vi suggerisco un consiglio di lettura proposto proprio dall'Archivio, cuore delle storie partigiane meno note.
LB_Mario_Tutino_25aprile.jpeg

La libertà di cui godiamo oggi è anche grazie a loro.  Conserviamola per il nostro futuro.


Commenti

Post popolari in questo blog

GENOCIDIO

UNA STIMATA FAMIGLIA DI NEGAZIONISTI di Renata Rusca Zargar

SAVONA NEL CUORE DELL'AFRICA