NUOVI MONDI a Rossocinabro, Roma

 

Nuovi mondi

Roma, 15 luglio – 31 agosto 2022


Curatori Cristina Madini e 

Joe Hansen


Rossocinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma Italia

Visit: rossocinabro.com



"In una celebre e fulminea parabola Borges parla di un pittore che dipinge paesaggi; regni, montagne, isole, persone. Alla fine della sua vita si accorge di aver dipinto, in quelle immagini, il suo volto; scopre che quella rappresentazione della realtà è il suo autoritratto. La nostra identità è il nostro modo di vedere e incontrare il mondo".

E per gli artisti in mostra il mondo qual è? L’opera d’arte ha un’anima propria, che è la stessa dell’artista che la crea e così, ogni poesia, ogni quadro, ogni scultura, diventa l’espressione di un frammento d’anima di un singolo essere umano.

Gli artisti sanno bene che l’arte è l’unico mezzo per esprimere la propria individualità. La mostra ‘Nuovi mondi’ è una raccolta di opere che Rossocinabro ha ospitato negli ultimi mesi. La porosità delle architetture, il linguaggio, le case, le strade, i caffè, le abitudini, i volti, la storia, i libri, i cieli, gli alberi, la luce, le stanze, le favole, i diari, acquistano contorni nitidi, come fissati finalmente in istantanee vive, malinconiche, amabili, sensibili, presenti.

Lo sguardo sulle opere invece di rappresentare un percorso logico, diventa piuttosto un viaggio nel tempo - dal momento che non c'è descrizione senza distanza – e ogni cosa sembra diventare doppiamente straniera. Ma il viaggiatore non è perduto perché è provvisto di una speciale conoscenza, come un fascio luminoso che gli permette di cogliere la reale natura di tutte le cose, il silenzio che resiste agli sguardi curiosi. Come un viaggiatore va alla ricerca dei luoghi perché gli permettono di osservare il futuro: tutto quello che non si è ancora mai provato, così ogni cosa si mostra agli occhi del bambino come una promessa o si offre all'adulto in immagini lontane. "Non sapersi orientare in questa mostra non vuol dir molto. Ma smarrirsi in essa, come ci si smarrisce in una foresta, è una cosa tutta da imparare".


In mostra: Kimberly Adamis, Chadwick Arcinue, Brian Avadka Colez, Flavia Basiloni, Cristina Bazán Sánchez, Jonathan Berkh, Erin Bird-Johansson, Car Act Air, Carol Anne, Laura Casini, Mia Civita, Eliana Carvidón, Karen Chappelow, Jean Cherouny, Nathanael Cox, Fedor Deichmann, Savas Deli, Joel Douek,  Andrzej Dudek, Johanna Elbe, Hiroaki Furukawa, Goneja*, Paul Hallinan, Susumu Hasegawa, Tondi Hasibuan, Manuel Hernández, Akane Hiraoka, Sophie Hoath, Daphne Horev, Wioletta Jaskólska, JUSToh, Corina Karstenberg, Kirsten Kohrt, Nora Komoroczki, Chikara Komura, Anya Lauchlan, Fiona Livingstone, Sofia Monzerratt, Piotr Nalewajka, Anne Nkeng, Dave O’Flynn, Anna Papadopoulou, Kim Piffy, Sal Ponce Enrile, Orit Sharbat, Aina Putniņa, Maria Regina Ruiz, Maro Sargsyan, Cristopher Schaller, Jenna Silander, Belinha Silva, Shibìria, Luana Stebule, Christophe Szkudlarek, Taka & Megu, Lauren Tilley, Angela Thouless, Daphna Wysokier-Dishi


La mostra si svolgerà dal 15 luglio – 31 agosto, con ricevimento di inaugurazione esteso dalle 12 alle 17 con ingresso libero.

Le opere in mostra provengono da: Europe, UK, USA, Japan, Indonesia, South Korea, Australia, China, Center and South America, Canada


The exhibition will run from July 15th – 31st August, with an opening reception on Monday, from 12am – to 5pm.

The artworks come from: Europe, UK, USA, Japan, Indonesia, South Korea, Australia, China, Center and South America, Canada


Credit image: Generations print on aluminum dibond cm 51 x 90 cm by Sofia Monzerratt (Venezuela/USA)



------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Commenti

Post popolari in questo blog

PERCHÉ SI FA LA GUERRA NEL 2022? di Zarina Zargar

COSE DA DIRE A UNA FIGLIA CHE E' DIVENTATA GRANDE di Chiara Macina

PIU' DONNE CHE UOMINI IN INDIA da Il Post