AUTUNNO di ANGELICA LUBRANO

 


Albero di gelso, Van Gogh





Autunno



 

Amo la terra d’autunno


Ai primi sbadigli


di foglie cadenti


e di spogli filari recisi.


In attesa che coltre di gelo


rimbocchi il suo sonno


e intorno si posi


un bianco velo di pace.




by  Angelica Lubrano










Canto di una Squaw Algonkina (E il premio letterario Laurentum)

di Angelica Lubrano

“Se non sei disponibile a conoscere l’altra sponda del fiume, allora il posto più sicuro e prudente per te è la tomba: là non può succedere niente (Sioux Dakota)”

Canto di una Squaw Algonkina (E il premio letterario Laurentum) – Resistenza Creativa (wordpress.com)


Mi hai dato poco tempo, Grande Spirito,

per capire il senso della vita.

 

Perché la nube nera

viene a oscurar la luna?

Perché gli dei del tuono

zittiscono la voce

quando la carne lenta al fuoco cuoce

e il giorno della caccia si consuma?

 

E perché il balzo del salmone

sfida le fauci all’orso predatore?

Ma anch’io depongo tracce di speranza

contro corrente

nel chiuso di una stanza

ora che si è seccato il mio torrente.

squaw algonkina

 

Non parla più lo Spirito del vento

da molte lune, sono quasi cento…

Batte nel petto il tamburo rosso

ora che finalmente riconosco

la stessa inesorabile paura,

vista negli occhi al cervo di pianura.

 

Con fuso e fili resto al mio telaio

sulla pelle d’agnello al focolaio

del mio tepee, tepore nel nevaio.

 

Sento lontano giungere il destino:

ha giubba rossa ed occhi da bambino;


non mi risveglierà l’argento del mattino.


 

Il Premio Laurentum, promosso dall’omonima Associazione, presieduta da Giovanni Tarquini – fa diventare Roma Capitale della Poesia di lingua italiana e dei dialetti della penisola. In una cornice suggestiva ed evocativa come il Tempio di Adriano, una cerimonia all’insegna della poesia, della parola, dell’anima, condotta con tutti i registri della comunicazione – la citazione dotta, l’ironia, la capacità affabulativa capace di creare affinità elettive col pubblico – da Michele Mirabella.

Il Premio rappresenta nelle sue sezioni un ventaglio di ‘generi poetici’, alcuni persino coniugati alla tecnologia…

Così è giunta alla V edizione il Premio Laurentum per la poesia on line, dove, per la sezione della poesia inedita in lingua italiana hanno prevalso Angelica Lubrano, Antonella Laporta e Federico Fratini.

Commenti

Post popolari in questo blog

CONSIDERAZIONI SEMISERIE SULLA MIA DEMENZA SENILE di Renata Rusca Zargar

IL NEGROMANTE DI ROUEN di Ornella Fiorentini

LA PIU' BRAVA DEL REAME: SAMINA ZARGAR