Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie (UNGARETTI)

                               COME LE FOGLIE D'AUTUNNO                      SUGLI ALBERI


Come le foglie d'autunno sugli alberi (memoriacondivisa.it)

Può un popolo che si è appropriato dei territori dei palestinesi, portare a termine la distruzione di una intera etnia nel nome dell' olocausto subito ad opera dei nazisti. Noi conosciamo il dolore e non possiamo vedere quello degli altri. Li vedete i morti bambini, avvolti in piccoli lenzuola e stretti ai due capi come una caramella. Stretti al petto dai loro genitori, parenti, amici e sepolti in buche a più piani e su palate di deserto... Non un cimitero, un luogo sacro, come se non fossero mai esistiti. Il Mondo civilizzato guarda e non fa nulla per fermare la follia di Israele. Aria, mare e terra, un unico bagliore che distrugge qualsiasi cosa incontra. 

L’intolleranza e la discriminazione contro i musulmani, sia nel mondo reale che virtuale, certamente, costituiscono dei fenomeni denigratori, soprattutto per le seconde generazioni, nonché causa dell’isolamento di queste ultime nella stessa società in cui vivono, oltre che un terreno fertile per la radicalizzazione tra alcuni giovani musulmani.  Il razzismo “culturale”, di origine anti-islamico e non, contrasta gli sforzi di integrazione e inclusione di un numero sempre più crescente di giovani musulmani in Europa, così come è un pericolo per la libertà di tutti e, in particolare, di quelle categorie (le donne su tutte) ancora oggi troppo vulnerabili nella società civile.

 MARIO ARPAIA


---------------------------------------------------------------------------------

Commenti

Post popolari in questo blog

LA PACE di PABLO PICASSO da MEMORIACONDIVISA

LA PIU' BRAVA DEL REAME: SAMINA ZARGAR

ESCI DALL'INDIFFERENZA di Maria Altomare Sardella