Upahar Anand e Venu, Guru Purnima e Papaji


 Ormai da parecchi anni ho smesso di viaggiare e mi limito a ricevere i pochi visitatori che ancora  mi cercano, al massimo  faccio andata e ritorno tra le Marche e l'Emilia (dove abita la mia compagna Caterina).   Con questo metodo posso tranquillamente dedicarmi agli affari miei ed allo stesso tempo mantenere qualche contatto  con il mondo spirituale…

Il 2 luglio di quest'anno (2023) festeggiamo il Guru Purnima a Vignola (vedi:  https://wordpress.com/post/circolovegetarianotreia.wordpress.com/1328)  e per l'occasione ci sarà l'amico spirituale Upahar Anand, esperto di Bajan indiani, che trascorre molto tempo in India, a Tiruvannamalai,  assieme alla sua compagna Venu. Quest'ultima ha ricevuto il suo nome spirituale dal discepolo di Ramana Maharshi,  Sri H. W. L. Poonja (detto Papaji).


Quelle che seguono sono le parole  che Upahara mi ha riportato da un incontro con Papaji.

“La compassione è un gioiello che adorna un essere libero, non puoi praticare questa compassione perché è la tua vera natura. Questa compassione potrebbe incarnarsi come un essere umano, come un Bodhisatva, ma non è nient’altro che il tuo Dharma che sorge quando si dissolve il senso dell’ego personale. Lascia che tutti partecipino della tua gioia, non essere avaro. Non trattenere nulla per te. Ama tutto, non importa quello che succede, ed onora tutto perché questo tutto è la tua proiezione. Non disturbare nessuno e non permettere che alcuno disturbi te. Stare in pace, questo è il tuo compito. Quanto sarebbe bello questo pianeta se tu fossi in pace con te stesso. Se vuoi dare qualcosa al mondo dai ciò che sei: pace e felicità. Per dare pace e felicità tu devi esserlo. Non parlare di “verità” semplicemente condividi l’amore e la felicità perché il dono più grande è una mente vuota, anche se non dici nulla il tuo silenzio si spargerà su tutta la terra. Seduto quietamente usa il tempo che ti rimane di stare in questo corpo per abbracciare tutti gli esseri, non è un’intenzione è una resa naturale. Tu sei solo uno strumento, dissolvendo te stesso ti prendi cura del mondo. Tu sei amore, quando c’è amore tutto il resto sparisce. Passare il tempo seguendo altri fini è solo un posporre, la cosa più facile è essere qui, in questo amore, tutto il resto è artificiale. Celebra la tua creazione, tu sei seduto nel cuore di tutti gli esseri e loro nel tuo. L’amore ama sempre, senza di esso non puoi respirare. L’amore è meditazione, il centro senza frontiere…. Non c’è alcun sentiero che conduce all’amore, non lo puoi imparare. Il cuore, in questo stesso momento, è la verità. Eccola, eccola qui, e tu lo sei!”

Quale viatico migliore potrei chiedere per il mio “incontro di viaggio” da fermo?

Paolo D’Arpini


Fonte: https://bioregionalismo.blogspot.com/2023/06/vignola-july-2-2023-guru-purnima-with.html

Commenti

Post popolari in questo blog

LA PACE di PABLO PICASSO da MEMORIACONDIVISA

LA PIU' BRAVA DEL REAME: SAMINA ZARGAR

ETICA, SPIRITUALITA' E NONVIOLENZA