WE MOVE EU

 L’estate è arrivata e per molti di noi è sinonimo di vacanze, che siano dei momenti trascorsi con amici e familiari o semplicemente un attimo di pausa da dedicare a se stessi.

In qualunque modo tu decida di trascorrere il tempo estivo, bisogna essere orgogliosi per quanto ottenuto dalla nostra comunità. Abbiamo appena finito di mettere insieme le storie delle nostre campagne di quest’anno.

E ora che il report è pronto, volevo assicurarmi che potessi leggerlo in anteprima.

Preparati una tazza di caffè, accomodati e goditi la lettura di alcune delle cose straordinarie che, nell’ultimo anno, siamo riusciti a ottenere. Ecco le principali.




Abbiamo vinto alcune battaglie, altre le abbiamo perse, e per altre ancora abbiamo ancora bisogno dell'energia di tutti nei prossimi mesi.

Chiaramente ogni campagna racconta una storia comune. Una storia di come, giorno dopo giorno, questa comunità ha unito le proprie forze in nome della convinzione che l’Europa potrà essere migliore quando le persone e il pianeta sono la priorità. Una convinzione che l’Europa domani sarà migliore rispetto a oggi se tutti noi siamo coinvolti.

Se c’è una cosa che abbiamo imparato da questo anno appena trascorso è che, insieme, possiamo realizzare grandi cose.

P.P.S. Non dimenticare di leggere il report annuale completo disponibile quando vuoi qui!

WeMove Europe è una comunità di persone di ogni estrazione sociale, che lotta per un'Europa con al centro le persone e il pianeta.
Ci riuniamo per firmare petizioni, inviare email e protestare per le strade per far sentire la nostra voce.

Homepage (wemove.eu)

FIRMA:

No ai nascondigli per evasori fiscali! (wemove.eu)


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------


IN EVIDENZA

Per sorridere:

Per parlare e conoscere un altro punto di vista:

IL SITO:

Zarina Zargar Psicologa


Dott.ssa Zarina Zargar Psicologa (@zarina_zargar_psicologa) • Foto e video di Instagram


(10) Dott.ssa Zarina Zargar - Psicologa | Facebook


Per leggere e riflettere:


Anche a Savona è stata condannata, a suo tempo, qualche "strega". Nel primo racconto di questa raccolta viene narrata, infatti, la storia di due povere contadine di Bergeggi (paesino a pochi chilometri da Savona) obbligate a lasciare tutto e andarsene raminghe con l'accusa più tremenda: essere le mogli del diavolo (siamo nel 1572). Ma la guerra contro le donne non è mai finita. Pure oggi, l'uomo le usa, le stupra, le getta via, come oggetti nati solo ed esclusivamente per il suo divertimento. Qualche volta, si reca in paesi poveri stranieri per intrattenersi sessualmente e impunemente con piccole bambine (Il viaggio) o si approfitta, singolarmente o in gruppo, della credulità e dell'innocenza di un'adolescente per poi ridicolizzarla sui social (Scarpette rosse). Infine, dodici rintocchi scoccano per la condanna a morte di un'altra "strega" e, molti secoli dopo, per la violenza su una ragazza colpevole solo di amare il ballo.

In fondo, non è cambiato molto dal XVI secolo.




STORIA DELLA STREGA DI SAVONA: e altri racconti di violenza (RACCONTI DI DONNE) eBook : RUSCA ZARGAR, RENATA: Amazon.it: Libri






"Quando soffia il vento del ricordo, / il sonno va via dalla testa / e il cuore balza alla gola. [...]"

"Sussurrava intorno un’aria così sottile / che svegliava i desideri del cuore, / il vento trascinava via la mia sciarpa / e pareva accarezzare la sua pelle.[...]"

“Dio mio, / perdono / di non visti peccati / mentre il mio giovane corpo / privo di fioritura / è legato con tubi / -radiazioni-chemioterapia- / torture-dolore-sofferenza-[...]".

"Scene di crudeltà massacri spari / bombe fuoco urla pianti / Poi un lungo silenzio.../ L’uomo ha dimenticato che anche lui / era un bambino![...]"
Un ventennio di pensieri di amore e spiritualità.




L'ALBERO DEI MILLEFIORI: Poesie eBook : ZARGAR, ZAHOOR AHMAD: Amazon.it: Libri

Commenti

Post popolari in questo blog

PIU' DONNE CHE UOMINI IN INDIA da Il Post

MORIRE PER LA NATO PUBBLICATO IN SPAGNA

COSE DA DIRE A UNA FIGLIA CHE E' DIVENTATA GRANDE di Chiara Macina