NEWSLETTER LIBROMONDO SETTEMBRE 2020

 


LIBROMONDO

CENTRO DI DOCUMENTAZIONE

PACE - AMBIENTE – INTERCULTURA

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

in memoria di Franco Falco

 

la newsletter è a cura di Renata Rusca Zargar dal novembre 2012

 

SETTEMBRE  2020                                                                                          Newsletter n. 5/2020

                                                                                                             

Eccoci al quinto appuntamento del 2020 con la newsletter di “LIBROMONDO”, Centro di Documentazione sull’Educazione alla Pace e alla Mondialità che si trova all’interno della Biblioteca del Campus Universitario di Legino a Savona.

La Biblioteca o Centro di Documentazione è un servizio di completo volontariato. Le case editrici e gli autori offrono libri come Saggi Gratuiti per l’uso in Biblioteca. I ragazzi delle Scuole Superiori e alcuni adulti, in qualità di volontari, leggono per primi i libri nuovi e ne fanno la recensione che viene pubblicata su newsletter come questa e poi inviata a un cospicuo indirizzario. Le newsletter sono archiviate e sempre disponibili per consultazione su vari siti e su facebook nella Pagina della Biblioteca.

Tutti gli autori di libri relativi alle nostre sezioni e le Case editrici che lo desiderino possono inviare libri in saggio alla Biblioteca. I libri saranno recensiti come sopra. Per informazioni si può scrivere a renataruscazargar@hotmail.it

Le sezioni della Biblioteca di Documentazione sono: Europa, Asia, Africa, Americhe, Italia, Donne, Bambini, Religioni, Cooperazione Internazionale, Migranti, Popoli, Diritti, Salute, Hanseniani, Educazione alla Mondialità, Pace, Economia, Sviluppo, Alternative allo sviluppo, Agricoltura, Ambiente, Terzo Settore, Mass Media, Protagonisti, Letterature, Fiabe, Favole, Narrativa Ragazzi.                         

SOMMARIO NEWSLETTER

·        Libri Sezioni SALUTE, LETTERATURE,  AFRICA, DONNE, DIRITTI, RAGAZZI

·        Da MEDICI SENZA FRONTIERE: interventi nel mondo a causa del Corona virus; Progetti in Italia

NB. LA BIBLIOTECA DI LIBROMONDO – SAVONA ha la sua pagina su Facebook (https://www.facebook.com/Biblioteca-Libromondo-Savona-241149496385776/)

Le newsletter sono pubblicate

sul blog di Renata Rusca Zargar http://www.senzafine.info/

e sulla pagina facebook della Biblioteca https://www.facebook.com/Biblioteca-Libromondo-Savona-241149496385776/

 

Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.

Bertrand Russell

SEZIONE SALUTE


GASLINI

 E poi la luce

di GLORIA ROCCHI

 Eleonora ha tre anni quando la mamma intuisce che qualcosa non va e, dopo gli accertamenti, scopre che sua figlia ha un tumore celebrale. Un colpo durissimo per qualsiasi genitore, ma anche un'esperienza che, sebbene devastante, può insegnare moltissimo: Gloria è combattuta tra il riserbo di un fatto intimo e personale e il desiderio di condividere, nella speranza che possa essere d'aiuto ad altre famiglie. Il racconto di un vero e proprio calvario durato mesi, del dolore di una madre che vede la sua bambina affrontare con coraggio quattro operazioni debilitanti e delicatissime, della convivenza non sempre facile con le altre famiglie in cura e della vita che, nonostante tutto, pretende di continuare. Questo libro vuol essere anche un grande ringraziamento al Gaslini di Genova, un ospedale all'avanguardia già negli anni novanta nel trattamento delle malattie infantili, dove Eleonora, grazie a medici competenti ma anche capaci di grande empatia e comprensione, ha conosciuto il felice epilogo della guarigione. Un atto d'amore, di gratitudine e di coraggio che può ispirare tanti di noi.

Simona Calò

Il libro, al momento, non è più disponibile. L’autrice desidera che il testo venga letto da tutti, per dare forza e speranza anche ad altre persone. Sta approntando un sistema per metterlo a nostra  disposizione.


S(LEGAMI)

5 storie di legami con l'autismo

Bandinu, Castangia, Furcas, Toso, Usala; Edizioni Epoké, 2015, pagg. 112, euro 14,00

 

Quest'anno, la giornata mondiale dell'autismo, il 2 aprile, è rientrata nel periodo di quarantena, cioè il periodo in cui non era possibile uscire di casa se non per evidenti necessità. Forse, non avevamo mai capito prima che le persone con autismo, un disturbo neuropsichiatrico, avessero bisogno delle loro consuetudini e, soprattutto, di frequentare altri che li aiutino a slegarli dalla loro prigione interiore. Le faticose relazioni sociali e affettive costruite, magari, nel tempo, sono venute a mancare improvvisamente nel periodo di solitudine e chiusura all'interno delle proprie case. Ci vorrà molto tempo per ricostruire. Il libro racconta alcune esperienze vissute con persone autistiche. Ogni autore ricorda un suo intervento terapeutico. Il primo in una piscina, il bambino e l'istruttore, soli, con l'acqua. Dopo vari incontri, finalmente, un contatto visivo, poi, addirittura una parola: Bolle. Forse, un sentiero per comunicare con il mondo di quel bambino è stato indicato. Un altro episodio individua il foglio bianco come mezzo per raccontare di sé e delle proprie esperienze, riempiendolo di colori. Poi, il percorso con un adolescente al liceo classico, dove sono stati terapeutici specialmente i legami, cioè quello che riceviamo dagli sguardi dell'altro quando impariamo a non evitarli, gli incontri, l'essere insieme. E ancora le difficoltà di un ragazzo a scuola, l'incomprensione dei compagni, fino al momento di una Tavola Rotonda dove ognuno parla di sé e di quello che gli piace. Nella conoscenza viene abbattuto un muro di paure e di indifferenza. Tutti i racconti sono molto toccanti e ci aiutano a comprendere un pochino questo disturbo. Ma la storia più strabiliante è l'ultima. Alle elementari, in seconda, c'è un bimbo difficile da contenere: qualche volta, non solo disturba ma distrugge quello che trova. Arriva un nuovo insegnante che si occuperà di lui e che comprende, in breve, che bisogna cambiare alcune cose come, ad esempio, la sua aula, il bagno e molto altro. Nel tempo, con il metodo di questo educatore, la situazione cambia. Intanto, la vita scolastica viene ripresa e alla fine dell'anno scolastico, il video dei progressi del bambino viene mostrato a tutti con grande soddisfazione del bimbo stesso, dei suoi genitori, di tutti i presenti. È scritto nella Conclusione, rivolgendosi al lettore, "dopo questa lettura… guarderai con occhi diversi e con meccanismi differenti gli occhi soffrenti di chi sta su questa terra." Per un testo, questa è un'ottima ragione di esistere.

Renata Rusca Zargar


L’AGO DELLA BILANCIA

Adele Perna, Kimerik, 2018, pagg. 144, euro 13,60

Questo libro narra la storia di una ragazza che combatte contro la bulimia. È un racconto toccante. Ed è talmente scorrevole che sembra quasi magnetico perché attira l’attenzione. Se ne può trarre un grande insegnamento.

Vittoria Sguerso 

Dalla quarta di copertina:

“Una storia cruda, vera, che si attacca alla pelle e ci parla del lato oscuro che è in ognuno di noi. Una storia di speranza che ci invita a non mollare mai, perché la vita ha sempre una sorpresa incredibile da regalarci, anche quando siamo convinti che sia tutto finito.”

 

SEZIONE  LETTERATURE

IL FILO DELLA PENNA D’ORO

Paolo Fabbri, Greco e Greco, 2013, pagg. 324, euro 12,04 

Questo libro presenta un racconto singolare, alquanto originale. È un misto di realtà, fantasia e genere poliziesco. È molto scorrevole e immerso nella descrizione di paesaggi ameni.

Vittoria Sguerso




Dalla IV di copertina:



 

 

 

 

 

 

 

 


CANTO A DUE VOCI

Tommaso Mondelli, Danila Oppio¸ Largo Libro, pagg. 140, 2015, euro 10,00

 Il libro “Canto a due voci” di Tommaso Mondelli e Danila Oppio è una raccolta di poesie scritte a quattro mani dai due autori. Attraverso le poesie, essi confrontano i propri stati d’animo con quelli dell’altro, creando in questo modo un vero e proprio dialogo fra i reciproci sentimenti. Il fatto che le voci dei due autori si alternino e talvolta si mescolino fra di loro, creando una sorta di eco per la voce dell’altro, mette in luce ciò che viene chiamato “empatia”, che è qualcosa che va oltre al fatto di riuscire ad ascoltare e al tentare di capire una persona esterna a se stessi, ma riguarda anche la predisposizione, la volontà, che una persona può avere o meno, di avere questo atteggiamento. L’empatia non è solo una forma di rispetto nei confronti di chi si ha accanto, non riguarda solo il proprio essere in relazione con un altro individuo, ma riguarda soprattutto il proprio essere e chi si vuole essere, perché manifestare questo tipo di atteggiamento non è sempre semplice, in particolar modo quando si è distratti dai propri problemi e si è travolti dal vortice delle preoccupazioni individuali quotidiane. Essa è infatti dimostrazione di un animo sensibile che, fin troppo spesso, viene interpretato come debole, non comprendendo che il fatto di essere disposti ad accogliere le emozioni degli altri, che possono non essere sempre positive e piacevoli, denota una forza d’animo e una risorsa che influisce nella lotta contro la solitudine non fisica, ma percepita, ovvero la sensazione di non avere nessuno con cui condividere gioie e dolori, nemmeno se lo si volesse.

Silvia Masuzzo –Liceo Scientifico Grassi – Savona



CALENDARIO
  VEROSIMILE
Mario Casella, Gabriele Capelli editore, pagg. 166, euro 16,50

 Questo libro racchiude una serie di racconti divertenti e piacevoli. Una nota originale è che ne ha scritto uno per ogni mese dell’anno.


Dalla IV di copertina:                                       Vittoria Sguerso

  


IL TEMPO ILLEGALE

Enrico Saletnich, Robin, 2012, pagg.352, euro 14,00, da 12 anni

Questo libro è scritto simultaneamente in due lingue. Da un lato, nella pagina a sinistra, inglese, dall’altro, italiano. È un insieme di brevi storie surreali su uno sfondo un po’ grottesco.

Dalla IV di copertina:                                 Vittoria Sguerso


SEZIONE  AFRICA


VOLEVO FAR GERMOGLIARE L'AFRICA
 

Padre Giovanni Scalabrini, EMI, 2018, euro 11,00 

Questo libro narra la storia di un ragazzo che era alquanto “vivace” in gioventù. Un giorno conosce un missionario e la sua vita cambia. Entra in seminario, è ordinato sacerdote e finisce in una missione in Africa. Egli si adopera per i diritti di quei popoli, compiendo grandi opere umanitarie. Sono toccanti i messaggi che inviano le parole di questo sacerdote. È un libro molto piacevole da leggere, lo consiglio.

Vittoria Sguerso

 



IL MIO VIAGGIO DELLA SPERANZA

Dal Senegal all’Italia in cerca di fortuna

Bay Mademba, Bandecchi & Vivaldi, 2006, euro 5,90

 Questo libro è il racconto di un ragazzo africano che compie il caratteristico viaggio dall’Africa all’Italia su barconi di fortuna. Il protagonista, durante il percorso, subisce tante sofferenze. Da queste sofferenze scaturiscono nel suo animo molte riflessioni che invitano a discutere.

Vittoria Sguerso

 

 

SEZIONE  DONNE


 
LE MILLE

I PRIMATI DELLE DONNE

Associazione Toponomastica Femminile, a cura di Ester Rizzo, Prefazione di Valeria Fedeli, Navarra Editore, 2016, pagg. 395, euro 18,70

Nel libro “Le Mille – I primati delle donne” scritto dai membri dell’ “Associazione Toponomastica Femminile”, a cura di  Ester Rizzo, vengono raccontate le storie di donne che hanno fatto parte di  avvenimenti che hanno segnato la storia. Le protagoniste di questi racconti sono state le prime donne ad aver raggiunto traguardi come ricevere premi in ambiti che fino a quel momento venivano considerati prevalentemente maschili, o ricoprire incarichi istituzionali mai ricoperti, prima di allora, da donne. Il lettore viene introdotto nel contesto in cui vivevano i personaggi dei vari racconti attraverso la narrazione delle loro origini. La maggior parte di loro proviene da contesti sociali in cui la partecipazione della donne alla vita sociale viene osteggiata, altre da realtà in cui la figura femminile viene associata a ruoli a cui è stata tradizionalmente abituata, senza prevedere la possibilità di un cambiamento: per questo motivo il fatto di riuscire a raggiungere, o anche solo l’aver tentato di raggiungere, determinati traguardi ha causato loro molti problemi, non solo al livello personale, ma anche sociale. Il racconto di queste storie mette in mostra le difficoltà che alcune donne hanno dovuto affrontare affinché, in seguito, a tutte le donne della loro comunità fossero riconosciuti gli stessi diritti per i quali loro stavano lottando. Un’importante riflessione suscitata dal libro è il fatto che i diritti per i quali queste donne hanno lottato vengono presentati come “traguardi” raggiunti da donne che hanno lottato per farlo.

La parola “traguardo” è spesso usata per evidenziare il fatto che l’obiettivo non è stato raggiunto in maniera immediata, ma attraverso un lungo percorso di lotte: al tempo stesso, il fatto che determinate azioni rappresentino degli obiettivi da raggiungere costituisce un problema, perché le donne presentate in questo libro hanno combattuto non per privilegi, che costituiscono qualcosa di aggiuntivo ad una condizione di “normalità”, ma per diritti, ovvero per qualcosa che non deve essere guadagnato, che, sebbene qualcuno possa tentare di violare, non scompare, non può essere sottratto perché è qualcosa che appartiene a qualsiasi persona in modo innato, a priori e indissolubilmente, indipendentemente dal genere della persona.

Silvia Masuzzo –Liceo Scientifico Grassi – Savona 

SEZIONE  DIRITTI


IO TI DCHIARO MORTO

La pena di morte nel mondo e nel tempo

Giovanni Adducci, Editori Internazionali Riuniti, 2004, pagg. 192, euro 18,00 

Il libro “Io ti dichiaro morto!” di Giovanni Adducci tratta il tema della pena di morte e come questa si sia evoluta nel corso del tempo e nei vari luoghi del mondo. In esso vengono sviscerati non solo le origini della pena di morte nei vari paesi del mondo, ma vengono anche descritte meticolosamente le modalità con le quali questa veniva messa in atto. Prima delle vere descrizioni avviene un’introduzione sul sistema legale e giudiziario e sul concetto di giustizia nelle varie civiltà. Nel corso dei libri vengono presentate e analizzate anche le storie di casi di condannati a morte divenuti celebri.  In particolar  modo nell’ultima parte del libro l’autore affronta le diverse opinioni riguardanti il tema, proponendo alcune delle tesi principali proposte sia da coloro che sono favorevoli alla pena di morte, sia da chi è invece contrario. L’ultima sezione del libro si occupa della pena di morte nel mondo contemporaneo e rivela che, sebbene in molte zone del mondo essa sia stata ormai abolita, in molte è invece purtroppo ancora messa in atto, da alcuni in casi particolari e non più frequentemente, sebbene questo particolare non renda questa azione accettabile, mentre in altri è usata ancora soventemente. Il libro ha un’impostazione e una finalità prevalentemente descrittiva che prevale su quella di intento morale, nonostante l’opinione dell’autore traspaia dalla narrazione, pur senza influenzare l’oggettività dei fatti narrati, tuttavia questa caratteristica del libro non impedisce il fatto che l’intera narrazione degli avvenimenti stimoli nel lettore una riflessione riguardante l’evoluzione dei diritti umani  e di come la vita del singolo individuo abbia assunto un significato e, purtroppo, anche un valore differente nel corso del tempo e nei vari luoghi del mondo.

Silvia Masuzzo –Liceo Scientifico Grassi – Savona 

SEZIONE  RAGAZZI


UN BUCO NERO NEL CUORE 
da 14 anni

di RENATA RUSCA ZARGAR  (Autore) 

dalla sinossi:

“Andrea non è solo: si è portato dietro, senza avvisare nessuno, alcuni amici con delle spranghe in mano. All’altezza del giardinetto, i bulli attaccano. […] Luigi è a terra eppure continuano a colpirlo senza pietà: calci, pugni, sprangate. Miguel, sentendo le strazianti urla di dolore e di paura di Luigi, scappa.”

Le storie degli adolescenti si somigliano un po’ tutte, a Varese, come altrove. Cyberbullismo, razzismo, droga, alcool, spaccio, adozione, sesso…

Rossana è al centro di un gruppo di amiche e amici che vivono queste esperienze. Poi, qualcuno diventa adulto e altri, invece, non ci saranno più.

La recensione di Danila Oppio:

http://www.senzafine.info/2020/08/un-buco-nero-nel-cuore-recensione-di.html

Altre informazioni;

http://www.senzafine.info/2020/06/un-buco-nero-nel-cuore-di-renata-rusca.html

DOVE TROVARLO:

https://www.amazon.it/BUCO-NERO-NEL-CUORE/dp/B08BV7JF82/ref=sr_1_2?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=2S72NXPK6A0D0&dchild=1&keywords=renata+rusca+zargar&qid=1599650084&s=books&sprefix=RENATA+%2Cstripbooks%2C238&sr=1-2

 


KARA E IL LABIRINTO 
da nove anni

di RENATA RUSCA ZARGAR  (Autore)

dalla sinossi:

“-Come ti permetti di indossare una veste tanto preziosa? Chi sei? Sei una ladra? Perché sei qui? - la voce era infuriata e sferzante. Una signora alta e altera era scivolata a piedi scalzi nella stanza. Kara si era girata spaventata senza riuscire ad articolare una risposta.”

“Il Minotauro aveva afferrato Teseo come per divorarlo e, intanto, soffiava fuoco dalle narici. Si sentiva puzza di carne bruciata. Teseo era molto forte ma la bestia era alta e possente: con gli zoccoli e le corna lo colpiva da tutte le parti.”

Kara è una bambina di Creta. La sua storia si intreccia con il magnifico palazzo di Cnosso, il suo tempio e il mistero del Labirinto e del Minotauro.

https://www.amazon.it/KARA-LABIRINTO-RENATA-RUSCA-ZARGAR/dp/B08FKD7L18

 

da MEDICI SENZA FRONTIERE

I nostri infettivologi, epidemiologi, anestesisti, infermieri e logisti sono in azione per supportare la risposta alla diffusione del nuovo coronavirus (COVID-19). Il nostro intervento si è esteso in oltre 70 paesi tra Europa, Africa, Medio Oriente, Asia, Oceania e America.

https://www.medicisenzafrontiere.it/news-e-storie/news/coronavirus-aggiornamento-sullepidemia/

PROGETTI IN ITALIA

Basilicata

A luglio 2019 abbiamo avviato un progetto in collaborazione con l’Azienda sanitaria di Matera per fornire cure mediche alle persone vulnerabili che abitano nell’Ex Felandina” a Metaponto, in Basilicata. In quest’area, fatta di capannoni industriali abbandonati senza essere mai entrati in funzione, dal 2018 si è creato un insediamento informale di circa 700 migranti, impiegati stagionalmente come braccianti agricoli nelle campagne del Sud d’Italia, che vivono in condizioni molto precarie e di marginalità, senza accesso ad acqua potabile e servizi igienici, con scarsa conoscenza dei servizi sanitari pubblici esistenti.

Abbiamo deciso di intervenire per rispondere ai bisogni essenziali dei suoi abitanti, fornendo cure mediche di base e orientamento ai servizi socio-sanitari del territorio.

https://www.medicisenzafrontiere.it/cosa-facciamo/progetti-in-italia/

ALTRE NEWSLETTER:

https://www.senzafine.info/2020/04/httpsyoutu.html  Aprile II

https://www.senzafine.info/2020/04/libromondo-centro-di-documentazione_14.html Aprile I

https://www.senzafine.info/2020/04/calligrammi-classe-ii-c-liceo-artistico.html

https://www.senzafine.info/2020/04/newsletter-libromondo-marzo-2020-con-le.html

https://www.senzafine.info/2020/04/libromondo-centro-di-documentazione.html

https://www.senzafine.info/2020/01/newsletter-libromondo-gennaio.html

https://www.senzafine.info/2019/12/classe-iia-scuole-elementari-colombo.html

https://www.senzafine.info/2019/12/classe-iib-scuole-elementari-colombo.html

Commenti

Post popolari in questo blog

IL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA IL FOGLIO LETTERARIO EDIZIONI

Intervista allo scrittore Giovanni Margarone di Francesca Ghezzani