COMUNICATO ANED per Ezio Greggio

Come nipote di un militare internato in un sottocampo di Mauthausen, figlia di un uomo riuscito, invece, a fuggire e a scampare l'internamento, discendente con orgoglio da una famiglia antifascista fin dal primo momento, consapevole dei pericoli di ideologie razziste e omofobe, condivido pubblicamente il ringraziamento dell'Aned.
Dimenticare la grande tragedia di una dittatura prima, di una guerra, poi, e dello sterminio di esseri umani, non solo ebrei ma  omosessuali, zingari, testimoni di Geova, oppositori politici, ci condanna all'ignoranza (che è una brutta malattia) e all'incapacità di valutare consapevolmente il presente (che è proprio quanto stiamo facendo). (RRZ)

Biella nega la cittadinanza onoraria a Liliana Segre
ANED RINGRAZIA EZIO GREGGIO
L’ANED - Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi nazisti - ringrazia Ezio Greggio per le sue dichiarazioni in ricordo del padre internato militare nella Germania nazista e per la decisione di rifiutare la cittadinanza onoraria offertagli dal sindaco di Biella. Le semplici parole di Ezio Greggio in omaggio alla figura di Liliana Segre suonano come una lezione di coerenza e di dignità di fronte a una sfacciata strumentalizzazione.  Per il sindaco di Biella Liliana Segre rivanga "storie di oltre 70 anni fa".  Il gesto di Ezio Greggio conferma invece che la lezione di questa donna straordinaria è quanto mai attuale, e tocca valori inalienabili anche nel mondo di oggi. Da familiari di ex deportati nei campi nazisti abbracciamo Ezio Greggio, e ci sentiamo di dirgli che suo padre Nereo e centinaia di migliaia di Internati Militari in Germania sarebbero oggi orgogliosi di lui.

Milano, 20 novembre 2019

Commenti

Post popolari in questo blog

LETTERA APERTA AI DIRIGENTI DI AMATORI NUOTO SAVONA di Renata Rusca Zargar

Recensione di UN'ALTRA STRADA, Matteo Renzi, Marsilio editori, a cura di Renata Rusca Zargar

INIZIO CORSO PRESSO LA BIBLIOTECA DI QUILIANO (SV) di Renata Rusca Zargar