GOCCIOLINE DI PACE E DI MULTIUMANITÀ AL TEMPO DEL CORONAVIRUS di Renata Rusca Zargar

Ancora in questi giorni, ogni tanto, sentiamo casi di persone che, magari, si riuniscono per una grigliata o vanno a fare la spesa per comprare solo un lecca-lecca. Purtroppo, non riescono a comprendere che bisognerebbe avere rispetto per le migliaia di persone morte, per i medici e gli infermieri che si stanno massacrando per salvare ognuno di noi, giovane o anziano, meritevole o no, da questo terribile nemico. Senza contare chi opera negli ospedali per tenere pulito, o chi lavora nei supermercati, nelle banche, nelle farmacie, e rischia perché a noi non manchi nulla. 
Certamente, stare chiusi in casa non piace a nessuno, ci si sente un po' prigionieri. 
Ma può anche essere un'occasione per spargere pensieri positivi, per aiutare virtualmente gli altri. Fare compagnia a un anziano, ad esempio, con una telefonata; provare a creare emozioni positive di amore e speranza. 
Zahoor Ahmad Zargar partecipa da anni ad HWPL, un gruppo internazionale che promuove la pace. Oltre a molte altre attività, quest'Associazione Koreana organizza incontri virtuali di esponenti di varie religioni. Dato che, a volte, i conflitti nascono proprio dalla cattiva interpretazione delle religioni, la conoscenza degli uni con gli altri, può costruire la pace. 
In questo periodo, questo progetto che, appunto, è sempre stato virtuale, è stato intensificato anche per il maggior tempo disponibile delle persone e la curiosità di sapere direttamente cosa succeda veramente negli altri Paesi. 
Qualche giorno fa, Zargar, musulmano italiano, era, ad esempio, in contatto con induisti e metodisti di Nuova Zelanda, Spagna, Usa, Korea. Lui ha parlato del Ramadan mentre gli altri hanno spiegato le  forme di digiuno delle loro fedi. Però, non poteva mancare un accenno al coronavirus che assedia tutto il pianeta, compresa la Nuova Zelanda che ha, come i paesi a noi vicini, chiuso scuole e attività. 
La Comunità islamica di Savona, inoltre, in questo momento tragico del Covid 19, è, come sempre, parte attiva e propositiva della società. Infatti, si è mobilitata da subito per sensibilizzare i propri membri e ha posto in essere varie iniziative. Intanto, i suoi giovani hanno dato la disponibilità ad aiutare in qualità di volontari chi abbia bisogno. La Comunità li ha proposti alla Caritas, ben sapendo quanto la Caritas sia attiva sul territorio tra le persone che hanno meno. 
 - È molto forte tra di noi, - spiega Zahoor Ahmad Zargar, il Presidente - il desiderio di dare una mano al paese che ci ospita e che amiamo, considerando anche che tanti sono nati o hanno figli nati proprio qui. - 
Poi, dal momento che c'è bisogno di sangue, la Comunità ha invitato ad andare a donarlo. Infine, è stata lanciata una raccolta di denaro per l'ospedale San Paolo che necessita di numerosi supporti e presidi ospedalieri. - Proprio ieri sono andato a fare una nostra donazione di 1000 euro, una cifra modesta -dice sempre Zargar- ma molti non lavorano, in questo periodo. Insieme, però, come Comunità, uniti a tutti gli altri savonesi, possiamo fare tanto. Tutti devono dare una mano perché solo tutti insieme possiamo farcela a vincere! - 
La Comunità islamica savonese, fin dalla sua istituzione, a metà degli anni novanta, ha sempre lavorato per essere parte integrante e collaborativa della società tutta. Le iniziative sono state tante, spesso in collaborazione con la Chiesa cattolica e con altre realtà religiose, ortodossi, induisti, buddisti, o con Enti e Istituzioni pubbliche: Convegni, incontri con persone e scuole ecc. Ultimamente, tanti ricorderanno la partecipazione degli alunni musulmani all'allestimento dei presepi nelle scuole, poi in mostra in Duomo a Savona, o il grano della fraternità in collegamento con la Palestina e le feste tutti insieme con la popolazione. 
Ognuno di noi può, dunque, fare la sua parte. Dare anche solo un attimo di fiducia e di speranza a chi ne ha bisogno. Perché persino il mare è formato da tante goccioline. 

https://www.controluce.it/notizie/goccioline-di-pace-e-di-multiumanita-ai-tempi-del-coronavirus/
http://www.liguria2000news.com/goccioline-di-pace-e-di-multiumanita-ai-tempi-del-coronavirus.html

Commenti

Post popolari in questo blog

IL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA IL FOGLIO LETTERARIO EDIZIONI

IO E TE di Luca Vincenzo Simbari

Intervista allo scrittore Giovanni Margarone di Francesca Ghezzani