sabato 27 ottobre 2018

I PROMESSI SPOSI nell'interpretazione delle signore del mio corso "Leggere la letteratura classica per divertimento"

Ogni quindici giorni, incontro delle signore, non proprio giovani, presso la Biblioteca di Quiliano.
In questi anni, abbiamo curiosato tra  vari soggetti e così, un bel giorno, abbiamo pensato, -perché no?- di leggere I PROMESSI SPOSI.
Le signore, che sono entusiaste della vita in genere e provano a fare lavori nuovi e stimolanti, si sono cimentate con vari personaggi del meraviglioso romanzo, facendoli diventare calligrammi.
Carla Saettone ha raccontato di Agnese.

Se cliccate sulla figura di ogni disegno, potrete leggere le parole.



Ecco, il don Rodrigo di Carla Robbiano e

la bella Lucia di Letizia Monti.



La simpatica Perpetua di Vittoria Sguerso:
"Dalla sagrestia esce una donna premurosa, straccio in mano a pulire le panche della chiesa. Si sposta sul sagrato per spazzarlo. Passa il parroco e lei gli impartisce le ultime raccomandazioni."
 Poi, il buon Renzo di Letizia Monti.


Non manca il Castello dell'Innominato raccontato da Carla Robbiano: "Questo è il castello dell'Innominato, uomo miscredente che aveva fatto del male a tanta gente. Ma il Cardinale Borromeo, nella sua bontà, riuscì a farlo tornare nella retta via e così liberò la povera Lucia."

Infine, torniamo all'inizio della storia, con Don Abbondio che passeggia e incontra i Bravi!!!!!
di Carla Saettone

Non vi sembrano lavori FANTASTICI? 

1 commento:

  1. Tenuto conto che il compito era 'Disegnare i personaggi con le parole del romanzo' sono davvero molto belli.
    In particolare la Perpetua di Vittoria Sguerso che appare tridimensionale (una volta cancellata la matita che è servita a tracciare le lettere).
    E il buon Renzo di Letizia Monti che mi ricorda tanto un Renzo molto antico del cinema italiano, quello un po' 'paparotto' (come diceva mia madre) interpretato da un giovane e già grandissimo GINO CERVI.
    Complimenti!
    Angela Fabbri

    RispondiElimina