COMUNICATO di SENONORAQUANDO Genova

COMUNICATO  11/06/2018

Senonoraquando Genova esprime con chiarezza e determinazione la propria distanza da questo Governo, che, senza vergogna, dichiara come suo unico modello di riferimento quello dell’uomo bianco, appartenente a una etnia precisa, autoritario, che in nome della tutela del patrimonio nazionale si arroga il diritto di considerare le cittadine e i cittadini come sudditi. Un Governo che nei confronti delle donne sta dimostrando, già dalle prime battute, di agire con modalità paternalistiche, dirigendosi verso una deriva antifemminista e retrograda che  appare lampante sia nella nomina di appena cinque donne Ministre, di cui tre senza portafoglio, sia nel contratto che sancisce l’alleanza tra Lega e 5 stelle, in cui la parola “donna” appare una sola volta, sia ancora nella  denominazione di un Ministero denominato “Famiglia e disabilità” che lascia sottintendere l’idea che lo Stato possa sgravarsi da un welfare della cura, confinandola nel privato e addossandone il peso sulla schiena delle famiglie e, quindi, soprattutto sulle donne.
Il nostro Movimento vigilerà affinché i diritti e le conquiste del mondo femminile vengano salvaguardati e non messi in pericolo e invita tutte le cittadine e i cittadini che condividono questi pensieri a fare altrettanto.
Se non ora, quando?

Commenti

Post popolari in questo blog

LETTERA APERTA AI DIRIGENTI DI AMATORI NUOTO SAVONA di Renata Rusca Zargar

Recensione di UN'ALTRA STRADA, Matteo Renzi, Marsilio editori, a cura di Renata Rusca Zargar

INIZIO CORSO PRESSO LA BIBLIOTECA DI QUILIANO (SV) di Renata Rusca Zargar