venerdì 1 dicembre 2017

Contro la violenza sulle donne: MUTA di Rosanna Filomena

MUTA

Sull'orlo del precipizio
ho lasciato la tua pelle
squama dopo squama
Là dove s'aggrovigliano i venti
e i resti non si sotterrano
in profonde buche
Ma si disperdono
nelle terre senza solchi
a mischiarsi
sotto piogge nuove

(Rosanna Filomena  - Tutti i diritti riservati)

4 commenti:

  1. Le donne? Cosa sono le donne se non pula sull'aia aperta al vento?
    Gli uomini? Cosa sono gli uomini se non altra pula sull'aia aperta al vento?
    Ma qualche uomo e qualche donna, gli uni coi fatti le altre con le parole, non
    amando il destino che gli è loro dato, spazzano via la pula prima che arrivi il vento.

    Angela Fabbri

    RispondiElimina
  2. Spiegato con altre belle immagini. Complimenti.
    Rosanna Filomena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E complimenti anche a te. Raramente una poesia mi prende. La tua sì.
      Angela

      Elimina
    2. Grazie,Angela!
      Rosanna Filomena

      Elimina