IO E TE di Luca Vincenzo Simbari

IO E TE


Io e te,
due cuori,
un solo corpo,
una sola unione
due anime.
Il paradiso e l'inferno.
Come il fuoco non oserà
toccare l'acquasanta
né il sacrilego si accosterà
mai al pio devoto.
Devozione non avuta
empietà profanata,
dal vero non negata.
Blasfemo io, che lascio
falene notturne
al sol del giorno.
Carnefice del tempo
senza clessidra,
perché di ricordi
come sabbia
si sono dispersi nel vento.

Luca Vincenzo Simbari

 Vedi anche:

Alessandro Quasimodo legge la poesia A VENEZIA di Luca Vincenzo Simbari

https://www.senzafine.info/2020/06/alessandro-quasimodo-legge-la-poesia.html

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL FOGLIO LETTERARIO EDIZIONI, RIVISTA GRATUITA N. 18

JOAN MIRÒ E LA TERRA conferenza Zoom gratuita, martedì 19 gennaio ore 18,00. INTERVISTA A DAVIDE PAGNONCELLI

LETTERA APERTA da Paolo D'Arpini (CI VOLEVA CORAGGIO PER SCRIVERLA, rrz)