sabato 29 settembre 2018

IL NEMICO E' FATTO DI SABBIA di Angela Fabbri


IL  NEMICO  E’  FATTO  DI  SABBIA


Sono delusa. Stanotte a Porta a Porta ho ascoltato Maurizio Martina (l’ho apprezzato tanto quando era Ministro dell’Agricoltura) che dice: 

“ Con questo governo non si può parlare perché si viene subito considerati

                                                      IL  NEMICO. “

Martina dovrebbe andare a spurgare anima e mente da uno psicanalista perché

                                                     ‘IL NEMICO’

è quello che ha attraversato il PD (e precedenti) in tutti questi anni: appena dal loro partito usciva un LEADER diventava un nemico e via a scavargli la sabbia sotto i piedi.

Pratica forse derivata dall’ideologia del Comunismo: potere mai concentrato in un singolo.

A parte che i Comunisti Italiani erano un ‘derivato’ dell’Unione Sovietica e là c’è stato Stalin, che di potere concentrato era produttore in proprio.

Han voluto esser puri a tutti i costi?

Facendo le scarpe a uno a uno ai loro leader?

Facendo le scarpe a uno a uno ai loro leader, impedendo loro di concludere un solo discorso, un solo programma di governo, hanno ottenuto solo di perdere la partita politica. O il partito politico, che è lo stesso.

E lasciando il posto a tutti quelli che aspettavano a bocca spalancata, come tanti pesci cacciatori in un torrente prima della piena.

Ha respirato quest’aria anche Martina, non se ne accorge nemmeno quanto e mi dispiace.


Angela Fabbri

(Ferrara notte fra 27 e 28 settembre 2018)

Nessun commento:

Posta un commento